Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Le utility rallentano ma puntano 100 miliardi sulla transizione

Le utility rallentano ma puntano 100 miliardi sulla transizione

Verso calo margine operativo lordo, investimenti rinnovabili +6%

MILANO, 25 febbraio 2024, 11:54

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Le utility europee quotate in Borsa si avviano ad affrontare un anno con risultati in fase di rallentamento ma con investimenti in aumento del 6% a 100 miliardi di euro per raggiungere gli obiettivi della transizione energetica.
    Gli analisti di Bloomberg Intelligence, in uno studio sulle prospettive del settore, vedono un margine operativo lordo (Ebitda) al 5% rispetto all'8% del 2023 ed un aumento dell'indebitamento tra il 2024 e il 2025. Gli investimenti nella transizione energetica restano fondamentali per le prospettive di crescita, con una spesa in conto capitale destinata ad aumentare del 13% nonostante le condizioni di credito più rigide. Sul fronte della remunerazione dei soci le previsioni sono diversificate. Per le utility tradizionali, secondo gli analisti, la stima è di una crescita mediana dei dividendi del 9% nel 2023 e del 4% nel 2024. Per le società di servizi diversificate a livello internazionale il payout ratio mediano del settore per il 2024 salirà al 67% rispetto al 65% dell'anno scorso.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza