Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ita-Lufthansa all'esame Ue, passo avanti verso le nozze 

Ita-Lufthansa all'esame Ue, passo avanti verso le nozze 

La compagnia tedesca punta ad acquisire il 41% della newco

ROMA, 30 novembre 2023, 21:16

di Valentina Brini

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Prima i compromessi necessari a blindare un accordo che cambierà i cieli europei. Poi l'offensiva delle rivali a cui resistere.

E, alla fine, una notifica arrivata rispettando i tempi scanditi dalla premier Giorgia Meloni e dal cancelliere Olaf Scholz nella cornice del loro ultimo incontro in terra tedesca.

Dopo lunghi mesi di colloqui serrati sull'asse Roma-Berlino-Bruxelles, Ita e Lufthansa compiono un passo decisivo per celebrare le nozze agli albori del nuovo anno. Ora tutto dipenderà dai servizi antitrust della Commissione europea, pronti ad avviare un'indagine formale che - nella migliore delle ipotesi - potrebbe portare all'agognato placet il 15 gennaio 2024. In caso contrario, e con il nodo delle rotte ancora da sciogliere, l'istruttoria volta a scongiurare turbamenti al mercato interno potrà protrarsi per altri tre mesi e mezzo, sconfinando così a primavera.

L'imponente plico dell'accordo siglato il 25 maggio dal Tesoro e dal colosso tedesco - con Lufthansa che acquisirà il 41% di Ita Airways attraverso un aumento di capitale di 325 milioni di euro, con l'opzione di acquisire le azioni rimanenti in un secondo momento - è approdato sul tavolo del capo della Concorrenza Ue, Didier Reynders, dopo un confronto che ha portato le parti a sviscerare e anticipare tutti i possibili ostacoli invisi al buon funzionamento del mercato interno, cercando di porre rimedi solidi a prova di esame Ue.

In tutti questi mesi, la lente dell'Antitrust ha puntato dritto sulle molteplici rotte sulle quali i due vettori operano già in "situazioni di monopolio o duopolio" - soprattutto gli hub targati Lufthansa, da Linate e Fiumicino a Francoforte e Monaco, passando per Vienna, Bruxelles e Zurigo -, quella garanzia di "discontinuità economica" rispetto alla vecchia Alitalia promessa da Roma per la newco, e l'attuale contesto dei prezzi alle stelle dei biglietti aerei. Negoziati complessi che, secondo indiscrezioni, porteranno la compagnia sorta dalle ceneri di Alitalia a sacrificare la rotta Milano-New York cedendo alla pressione della concorrente Air France, preoccupata che il matrimonio italo-tedesco possa concedere un vantaggio competitivo sproporzionato sulle rotte transoceaniche.

Nell'auspicio di entrambe Roma e Berlino di avere risposto a tutti i timori comunitari, Ita e Lufthansa si sono già dette pronte a iniziare la loro cooperazione a livello commerciale e operativo "immediatamente dopo aver ricevuto l'auspicata autorizzazione", con l'ingresso del vettore tricolore nel gruppo europeo che comprende anche Swiss, Austrian Airlines, Brussels Airlines, Eurowings e Air Dolomiti. A lasciare aperti altri interrogativi vi sono però la pletora di compagnie concorrenti - non solo Air France infastidita sulle tratte, ma anche l'agguerritissima Ryanair - che hanno già promesso battaglia in tribunale in caso di luce verde Ue. A fare da sfondo, poi, vi è un settore aereo in veloce trasformazione che risponde a nuove logiche e che Bruxelles monitora con attenzione. Ora i necessari tempi tecnici di analisi porteranno al giudizio finale. L'obiettivo dichiarato da Roma è portare la newco in utile entro due anni.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza