Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Pil primo trimestre negativo a -0,2% ma batte stime governo

Pil primo trimestre negativo a -0,2% ma batte stime governo

Def prevedeva un calo dello 0,5%. Crescita tendenziale al 5,8%

29 aprile 2022, 19:38

Redazione ANSA

ANSACheck

L'economia italiana si contrae, ma meno del previsto. Nel primo trimestre del 2022 il Pil italiano, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è diminuito dello 0,2% rispetto al trimestre precedente (chiuso a +0,7%) ed è cresciuto del 5,8% in termini tendenziali. Lo calcola l'Istat in base alle stime preliminari sui primi tre mesi dell'anno. Nel Def il governo aveva previsto un calo sul trimestre precedente dello 0,5%.
    Il calo congiunturale è il primo dopo quattro trimestri consecutivi di crescita. L'ultimo dato negativo risale infatti all'ultima parte del 2020. Il -0,2% è la sintesi di un aumento del valore aggiunto nel comparto dell'agricoltura, silvicoltura e pesca, di una riduzione in quello dei servizi e di una stazionarietà nell'industria. Dal lato della domanda, vi è un contributo positivo della componente nazionale (al lordo delle scorte) e un apporto negativo della componente estera netta.
    Alla luce dei nuovi dati, la crescita acquisita per il 2022, quella che si otterrebbe con variazioni nulle nei prossimi tre trimestri è pari al 2,2%, in lieve riduzione rispetto al +2,3% stimato alla fine del 2021. 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza