Economia
  1. ANSA.it
  2. Economia
  3. Borsa: Milano corre sui massimi con Eni e Ferrari, male Nexi

Borsa: Milano corre sui massimi con Eni e Ferrari, male Nexi

Tra le banche bene Fineco e Intesa, caute Unicredit e Bper

(ANSA) - MILANO, 01 NOV - Sulla forza delle Borse mondiali spinte ancora anche dall''effetto-trimestrali', Piazza Affari ritocca di nuovo i massimi degli ultimi 13 anni: l'indice Ftse Mib ha chiuso in rialzo dell'1,23% a 27.206 punti, l'Ftse All share in aumento dell'1,21% a quota 29.833.
    Ma tutti i mercati azionari del Vecchio continente hanno concluso in positivo: Madrid è stata la Borsa migliore della giornata con un rialzo finale dell'1,3%, seguita da Parigi (+0,9%), Francoforte e Londra (+0,7%). Cauta Amsterdam, che ha chiuso con la marginale crescita dello 0,1%.
    In questo quadro, l'indice Euro stoxx 600, che raggruppa i principali titoli europei, ha concluso sfiorando i 479 punti, il suo massimo storico, confermando l'attuale momento di forza dei listini azionari che poco guardano ai titoli di Stato, da parte loro ancora al centro di una giornata di forte tensione, soprattutto per gli italiani. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 10 anni ha chiuso infatti a 131 punti base, dopo un massimo di seduta a sfiorare quota 136, ai livelli più alti dell'ultimo anno.
    In Piazza Affari tra i gruppi principali il migliore è stato in chiusura Moncler, che ha segnato un aumento finale del 2,8%, seguito da Eni in crescita del 2,7% anche grazie alla tenuta del prezzo del petrolio attorno agli 84 dollari al barile. Sullo stesso piano l'aumento di Ferrari, al suo massimo storico a 210,6 euro, con Fineco in crescita del 2,2% più in vista tra i titoli del credito. Intesa è aumentata di un punto e mezzo, ma Unicredit e Bper hanno ceduto entrambe lo 0,5%. Un'altra seduta pesante per Nexi, che ha lasciato sul terreno il 2,7% finale a 14,6 euro.
    A Parigi, infine, molto bene il gruppo italo-francese EssilorLuxottica, che ha concluso in aumento del 2,7% 183,7 euro, il suo massimo storico. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie