Bce: Lagarde, urgente far partire il recovery

Ripresa in secondo trimestre. Da pandemia ancora incertezze

La Bce ritiene che il pacchetto Next Generation Eu sia centrale e sottolinea "l'urgenza che diventi operativo senza ritardo" con una ratifica "tempestiva" della decisione sulle risorse proprie che consentirà alla Commissione europea di emettere i bond per finanziarlo. Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde, nella conferenza stampa dopo la riunione del Consiglio direttivo in cui si deciso di lasciare invariati il tasso principale a zero, il tasso sui depositi a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%. Il Consiglio della Bce ha anche deciso di proseguire gli acquisti del programma pandemico 'Pepp' per 1850 miliardi complessivi "almeno fino alla fine di marzo 2022 e "si aspetta che gli acquisti nel trimestre attuale siano condotti a un ritmo significativamente più alto".
    Le previsioni della Bce danno per probabile un calo del Pil dell'area euro nel primo trimestre di quest'anno, e una crescita positiva nel secondo, e Lagarde ha evidenziato che "il protrarsi della pandemia, inclusa la diffusione di mutazioni del virus, e le sue implicazioni per le condizioni economiche e finanziarie continuano ad essere fonti di rischi al ribasso".
     

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie