Borsa:bene Milano (+0,9%), corrono Tim e Moncler, giù banche

Spread sceso. Farmaceutici in ordine sparso, bene petroliferi

(ANSA) - MILANO, 11 MAR - Resta in positivo (+0,9%) Piazza Affari, in una giornata in cui la Bce ha annunciato che i tassi restano invariati e che spingerà l'acceleratore sull'acquisto di bond per l'emergenza pandemia, mentre l'Ema ha approvato il vaccino di Johnson & Johnson e in Italia l'Aifa interviene bloccando un lotto del vaccino AstraZeneca per verifiche.
    A Milano in cima al listino principale resta salda Tim (+4,3%), al secondo giorno di rialzo dopo il buy consigliato dagli analisti della Bofa e il roadshow di Gubitosi per il piano di Borsa. Poco convinte le banche, con perdite soprattutto per Banco Bpm (-1,5%), Unicredit (-1,4%) e Bper (-0,9%), mentre lo spread è sceso a 92,5 punti. Sugli scudi il lusso con Moncler (+4,7%) che rimbalza il giorno dopo l'operazione di Ruffini Partecipazioni che ha ceduto il 3,2% del capitale, e va bene Cucinelli (+2,9%) con la preview dei conti buona per l'ultimo trimestre 2020.
    In corsa, come l'intero comparto nel mondo, c'è Stm (+3,5%) tra i semiconduttori. In ordine sparso i farmaceutici, con Diasorin (-6,9%) pesante nelle ore dei conti e Recordati che guadagna (+1,9%). Tra i petroliferi bene Eni (+1%), Saipem (+1,3%) e ancora meglio Tenais (+2,2%).
    Prese di beneficio su Campari (-2,5%) e male anche Prysmian (-2,3%), già debole alla vigilia coi conti. Bene Generali (+1%) coi conti, così come Italgas (+1,1%). Non Pirelli (-0,7%), che li aveva diffusi alla vigilia e aveva aperto la seduta ottimista. Fuori dal listino principale sprint di Maire Tecnimont (+14,6%) nella giornata che segue i conti e di Gabetti (+10,8%), così come vanno a gonfie vele De Longhi (+8,5%) e Alerion (+6,8%). Debole Safilo (-0,5%) in attesa dei conti alla chiusura dei mercati. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie