Borsa: Milano snobba crisi con Europa, Unicredit +5%

Acquisti su banche e auto. Spread in calo a 116 punti

(ANSA) - MILANO, 26 GEN - Piazza Affari resta ben intonata, assieme alle altre Borse europee, dopo l'avvio sottotono di Wall Street, cauta in attesa che entri nel vivo la stagione delle trimestrali. Il Ftse Mib avanza dell'1,3% e lo spread Btp-Bund scende di 6 punti base, a quota 116, con gli analisti che continuano a considerare improbabile lo scenario delle elezioni anticipate, ritenuto di ostacolo ad un rapido utilizzo dei fondi europei. Francoforte avanza del 2%, Parigi dell'1,5% e Londra dello 0,5% mentre New York si muove poco sopra la parità.
    Ad animare i listini europei è anche l'attività di M&A con l'offerta Ifm di acquistare una quota nell'utility spagnola Naturgy Energy e il take over del private equity Eqt sul Exeter property. Gli acquisti premiano banche (+1,9%), energia (+1,7%) e auto (+2,4). A Milano svetta Unicredit (+5%), che ha scelto in Andrea Orcel il successore di Mustier, davanti a Nexi (+3,7%), Pirelli (+3%), Leonardo e Tim (entrambe +2,9%) e a una sfilza di bancari, con in testa Bper (+3,1%) e Mediobanca (+2,7%). (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie