Retelit: partner di Lptic per piano digitalizzazione Libia

Progetti per 3 mld su 5G, fibra e data center

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - L'italiana Retelit sarà uno dei protagonisti della digitalizzazione della Libia. Il Governo ha ambiziosi progetti nella fibra e nel 5G e, attraverso la Libyan Post, Telecommunications & IT Holding Company, la holding di tutti gli investimenti di tlc del governo (e azionista di Retelit con il 14,7%), ha coinvolto i suoi partner per discuterne durante un forum di due giorni che si è svolto a Tripoli, il 13 e 14 dicembre.
    L'impegno del Governo è quello "in un orizzonte di 5 anni - ha spiegato all'ANSA il presidente di LPTIC, Faisel Gergab - di portare un upgrade delle infrastrutture e digitalizzare il paese" al servizio di una nuova industria e una nuova economia attraente per gli investimenti stranieri "con un impegno economico di circa 3 miliardi di dollari".
    Al forum ha partecipato in presenza il ceo di Retelit Federico Protto con un team del gruppo italiano e i manager di Ericsson, Huawei, Nokia (in video conferenza), ZTE. Cinque i progetti su cui concentrarsi. Oltre al 5G quelli nel fisso dove è direttamente coinvolta Retelit: la creazione in Libia di una rete in fibra ottica più performante e ottimizzata rispetto a quella attuale, l'atterraggio di cavi sottomarini, cavi terrestri per creare connessioni in fibra con gli altri paesi africani e un data center. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie