Economia

Fitch: 'Pil Italia -9,1% nel 2020, nel 2021 cresce del 4,5%'

L'agenzia: 'Debito sarà al 160% nel 2020, deficit all'11%. Confermato il rating BBB-. L'outlook è stabile'

Il pil italiano si contrarrà quest'anno del 9,1%, per poi rimbalzare nel 2021 e nel 2022 quando crescerà rispettivamente del 4,5% e del 4,3%. Lo afferma Fitch.

Il deficit dell'Italia nel 2020 si attesterà a circa 11% del pil per calare poi all'8% nel 2021 e al 6,6% nel 2022, prevede sempre l'agenzia stimando un debito al 160% quest'anno.

Fitch poi conferma il rating dell'Italia BBB-. L'outlook è stabile.

Divisioni in governo ma contesto politico stabile  - "Le divisioni fra i due maggiori partiti della colazione di governo sulle priorità di riforma e di spesa persistono e hanno il potenziale di ritardare l'attuazione di una strategia economica credibile di medio-termine. Nel nostro punto di vista però il contesto politico è stabile nel breve termine". Lo afferma Fitch, sottolineando che il "dibattito interno" ai Cinque Stelle sulla sua "struttura futura e la sua opposizione alla riforma del Mes potrebbero essere fonte di instabilità per il governo nei primi mesi".

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie