Borsa: Milano giù, pesano Tim, Ubi e Banco Bpm

Spread si attesta a 211 punti, scivolone Prysmian e Saipem

 Piazza Affari conferma la propria intonazione negativa (Ftse Mib -1,3%), con lo spread tra Btp e Bund stabile a quota 211 punti, nel secondo giorno di collocamento tra i privati del Btp Italia. Sotto pressione Tim (-5,45%) all'indomani della trimestrale, preceduta da Saipem (-3,4%) e Prysmian (-2,67%). In ordine sparso invcece i bancari. Segnano il passo Banco Bpm (-5%), Bper (-3%) e Ubi (-2,68%), cauta Intesa (-0,17%), positiva Unicredit (+1,34%) .
    Il dato sulle vendite di auto in Europa (-0,78%) frena Pirelli (-3%), Ferrari (-2,6%) ed Fca (-1,1%). Pochi i rialzi, limitati a Ferragamo (+3%), Enel (+1,49%) ed Exor (+0,9%). Poco mosse Moncler, Atlantia e Leonardo, in rialzo tutte dello 0,2%.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie