Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Tv
  4. Torna il ciclo Purché finisca bene, 4 tv movie Rai per Natale

Torna il ciclo Purché finisca bene, 4 tv movie Rai per Natale

Commedia sentimenti e leggerezza da 8 dicembre su Rai1

La collana di film per la tv 'Purché Finisca Bene' che dal 2014 popola ciclicamente Rai1 e si è rivelata fin dal suo esordio una scommessa vinta, giunge alla sesta edizione e torna su Rai1, da domani, ogni giovedì in prima serata, nel periodo delle festività natalizie con quattro nuove commedie. "Sono il nostro regalo, le nostre strenne al nostro pubblico, in questo periodo c'è bisogno di amore e leggerezza", dice la direttrice di Rai Fiction Maria Pia Ammirati, per indagare con toni leggeri la profondità dei sentimenti e i piccoli e grandi problemi della contemporaneità".
    Quattro nuovi tv movie in prima visione - una produzione Pepito Produzioni in collaborazione con Rai Fiction con il supporto del ministero della Cultura Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, per raccontare l'amore nelle sue svariate sfaccettature: quello giovanile in Diversi come due gocce d'acqua, quello di una coppia a un passo dal matrimonio in Se mi lasci ti sposo, quello delle seconde occasioni ne La fortuna di Laura e quello tra nemiche amiche in Una scomoda eredità. A presentarli oggi a Roma la stessa Maria Pia Ammirati e il produttore Agostino Saccà alla presenza dei protagonisti.
    In Diversi come due gocce d'acqua (in onda domani) con la regia di Luca Lucini, Alessio Lapice è Gaetano, giovane rampollo di nobile famiglia in procinto di partire per Francoforte dove lo attende un lavoro deciso da suo padre Giorgio (Thomas Trabacchi). Ma un incidente compromette la partenza del ragazzo: investe la bella Sharon (Chiara Celotto) che si divide tra tre lavori e rimane bloccato a Napoli. I due ragazzi sembrano agli antipodi e invece hanno tante cose in comune. Dice Lapice: "In particolar modo oggi nella famiglie c'è questa forma di incomunicabilità, ed è un po' quello che vivono i personaggi del film. Pensano di avere ben poco in comune rispetto a quello che sono, e invece poi scoprono di avere gli stessi disagi. Ad un certo punto questi ragazzi dicono ai loro genitori cosa è giusto fare, trovando il coraggio". Chiara Celotto: "Sharon incontra un po' di respiro rispetto a quella che è la sua vita. Il fermarsi per lei significa anche capire chi è e cosa vuole dalla vita, perché non se lo è mai chiesto e non le è mai stato concesso di farlo".
    Se mi lasci ti sposo (in onda il 15 dicembre) racconta la storia di Giulia (Sara Lazzaro, Doc) e Marco (Alessio Vassallo, appena visto in Sopravvissuti), una coppia in crisi come tante (lei rimprovera a lui 'hai 34 anni e sei un bambino', lui a lei 'ne hai 33 è sei una vecchia'). Giulia ha un'idea, potrebbero sposarsi per finta e approfittare così dei regali dei generosi parenti. Sottolinea Vassallo: "Marco vive nel suo mondo fantastico perché spesso la realtà è cruda. Ci sono dei temi centrali e attuali come quello del precariato che non è soltanto economico ma anche emotivo. Ormai tutto ha una data di scadenza e noi invece tendiamo a fregarcene andando avanti. Il segreto della nostra coppia è quello di saperci aspettare". Gli fa eco Lazzaro: "Il piano del matrimonio non era nelle volontà dei protagonisti, ma sembra l'unica soluzione per poter fiorire e rinascere. Man mano che ci adoperiamo in questa truffa qualcosa ci fa riscoprire".
    In La fortuna di Laura (il 22 dicembre), Lucrezia Lante Della Rovere è Laura, un'arredatrice di successo che ha cresciuto da sola la figlia Emma. Quando in un istante Laura perde la casa, la reputazione e il lavoro, ad aiutarla è la sua ex domestica Agnese Santini (Emanuela Grimalda) che la ospita a casa sua dove già vive il fratello (Andrea Pennacchi). Spiega Lante della Rovere: "Ringrazio perché mi è stato dato questo ruolo in una commedia e vorrei farne altre in quanto ne ho fatte troppo poche". Pennacchi: "Mi sono molto divertito in questa commedia, poi non ho dovuto recitare nell'innamorarmi di Lucrezia, una donna intelligente e meravigliosa".
    In Una scomoda eredità (il 29 dicembre) due amanti sessantenni, Mariella e Domenico, sono sul punto di raccontare alle rispettive figlie, Diana (Euridice Axen) e Gaia (Chiara Francini), la verità, ma muoiono in un incidente stradale. E le due donne non solo scoprono la relazione, ma si trovano ad ereditare una casa con problemi vari sulla divisione. (ANSA)
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai a RAI News

        Modifica consenso Cookie