Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Tv
  4. La Lux Vide compie 30 anni, dalla Bibbia a Doc 3

La Lux Vide compie 30 anni, dalla Bibbia a Doc 3

Tra i successi Blanca, Don Matteo, Diavoli, Leonardo

"Se serie come Don Matteo, Che Dio Ci Aiuti ci hanno insegnato come si fa la lunga serialità, Doc, Blanca e Diavoli (di cui sono attese le nuove stagioni) dimostrano che sappiamo guardare avanti vendendo tanto all'estero". Fondata nel 1992 da Ettore e Matilde Bernabei, la Lux Vide iniziò la sua attività 30 anni fa con "La Bibbia", arrivando a produrre più di 1500 ore di programmazione in prima serata con alcune delle serie più amate dal pubblico italiano, tra cui Blanca, Doc e Diavoli. La società, che dal 2022 fa parte del gruppo internazionale Fremantle, è guidata oggi da Luca Bernabei, figlio di Ettore: un unicum nel panorama dell'audiovisivo italiano. Il primo progetto, La Bibbia, un ciclo di 52 ore suddiviso in 21 prime serate televisive, vincitore con Giuseppe di un Emmy Award, prodotto fra il 1994 e il 2002 per Rai 1 e venduto in 140 paesi, ha dato il via a un cammino che ha permesso a Lux Vide di affermarsi nel mercato audiovisivo nazionale e internazionale. In questo modo la società ha consolidato il proprio successo grazie anche al racconto delle eccezionalità italiane, attraverso progetti come I Medici, con Dustin Hoffman e Richard Madden, e Leonardo, con Aidan Turner, Matilda De Angelis, Giancarlo Giannini e Freddie Highmore. In questi 30 anni di attività sono tante le serie di qualità prodotte da Lux: Don Matteo, con tredici stagioni (l'ultima con l'arrivo nella quinta puntata di Bova nei panni di Don Massimo) in grado di registrare numeri eccezionali, con picchi di 9,2 milioni e del 35,38% di share; Un passo dal cielo e Che Dio ci aiuti, arrivate entrambe alla settima stagione, fino ai recentissimi Doc - Nelle tue mani, uno dei migliori esordi di Rai 1 degli ultimi anni con più di 8 milioni di spettatori - che avrà la terza stagione, annuncia Luca Bernabei - Blanca, la serie con più di sei serate più vista su Rai 1 nel 2021 (sono in corso le riprese della seconda stagione), e Diavoli, uno dei migliori esordi di Sky, distribuita in oltre 160 territori (terza stagione anche per questa serie). "Mio padre, Ettore Bernabei, ha fondato la Lux Vide con mia sorella Matilde con la volontà di proporre una televisione che non fosse solo mero intrattenimento, ma aspirasse a diventare un luogo di confronto alto tra le persone", afferma Luca Bernabei, amministratore delegato, ricordando le origini della società. "Era convinto che noi comunicatori avessimo una responsabilità nei confronti di chi ci guardava. Oggi come allora condivido profondamente questa sua idea che, di fatto, è diventata il nostro tratto distintivo. Le persone hanno bisogno di pensare, di essere coinvolte emotivamente, di ascoltare storie che aprano il cuore e possibilmente ci rendano migliori. Ecco, la Lux fa questo da trent'anni". "Le nostre storie propongono i valori della nostra cultura, i colori e la bellezza dell'Italia, ma sono anche in grado di lasciare nei cuori e nella mente degli spettatori qualcosa che gli lavora dentro, fornendo strumenti che, reinterpretati, possono permettere anche di vivere una vita migliore. Con l'ingresso nella galassia Fremantle, tutto resterà italiano all'interno di Lux Vide: l'anima, i contenuti, la cultura", commenta Matilde Bernabei, fondatrice e presidente onorario, a proposito del futuro della società. "Fremantle apprezza la nostra linea editoriale e conosce bene il mercato dell'audiovisivo, e per noi entrare a far parte di questo gruppo importante a livello mondiale significa immettersi in un network di società dove lo scambio di idee e di modalità di lavoro diventerà un valore aggiunto, per tutti". "Lux Vide è un'azienda straordinaria, che vanta una grande storia di successi in Italia e nel mondo", afferma Andrea Scrosati, Group COO, CEO Continental Europe di Fremantle. Bernabei ha incontrato la stampa a Formello dove ci sono gli studios - che occupano una superficie di 4mila mq - Lux Vide e dove si girano le riprese in interni di Blanca 2, Che Dio ci aiuti e Un passo dal cielo, tre serie con protagoniste donne Francesca Chillemi, Giusy Buscemi - che subentra a Daniele Liotti - e Maria Chiara Giannetta, la detective non vedente. Se tra le serie targate Lux troviamo anche la prima made in italy  su Netflix Odio Il Natale con protagonista Pilar Fogliati e rivedremo presto Buon Giorno mamma su Mediaset bon Bova e Giannetta, tra le novità in lavorazione (non rivela per chi) "Apnea, dal podcast da noi prodotto, e Costiera. Puntiamo su Sandokan, si farà. Di Viola come il mare stiamo scrivendo la seconda stagione". (ANSA).

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai a RAI News

        Modifica consenso Cookie