Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Tv
  4. Massimiliano Ossini, con Kalipè il pianeta a passo d'uomo

Massimiliano Ossini, con Kalipè il pianeta a passo d'uomo

Conduttore festeggia 20 anni carriera dal 29/12 su Rai2

(ANSA) - ROMA, 28 DIC -Quasi dall'altra parte del mondo, nelle zone himalayane, c'è un termine che si usa per chi si incammina verso le montagne: Kalipè. È un augurio a "camminare sempre a passo corto e lento". E' così che Massimiliano Ossini ha intitolato il suo nuovo programma, Kalipè - a passo d'uomo", al via il 29 dicembre in prima serata su Rai2 per cinque puntate. Un nuovo modo di raccontare il Pianeta nella sua bellezza e nelle sue fragilità e le strade possibili per salvaguardarlo. "Era un po' un mio sogno nel cassetto", racconta all'ANSA Ossini che proprio in questi giorni festeggia i suoi primi 20 anni di carriera. "Dopo tanti anni di tv per ragazzi, dopo tutta l'esperienza con Linea verde, Geo e Linea bianca (in onda il sabato pomeriggio su Rai1 ndr) - dice - volevo un programma dedicato all'ambiente, al territorio e alla sostenibilità, che arrivasse anche ai giovani. Da padre di tre ragazzi fra i 17 e i 13 anni, so quanto questa generazione si stia allontanando dalla televisione e quanto non siano più abituati a uscire, a prendersi il tempo che serve per studiare e conoscere le cose. Volevo rivolgermi a loro con semplicità ma con contenuti importanti. Kalipè è una metafora della vita: è quel passo che ti permette di ascoltare, meravigliarti, guardare quello che accade intorno a te. ". Ecco allora che dallo studio più alto del mondo, lo Skyway Monte Bianco, Ossini aprirà tante finestre sul mondo raccontandolo in tutta la sua diversità, dagli oceani alle montagne, con servizi e reportage originali, alternati a interviste a esperti e personaggi dello spettacolo. Ogni puntata si svilupperà attorno a un tema, riassunto dal titolo di una canzone. Si parte subito con "La cura" di Franco Battiato, eseguita da Nek, che parlerà anche della sua attenzione per l'ecologia. E con un superbig come Sting, da sempre ambasciatore dello "slow" e del "green", che con la moglie Trudie ha accolto Ossini nella sua azienda in Toscana. "È un figo spaziale - sorride il conduttore - e ha partecipato senza chiedere alcun cachet, perché credeva nel programma". Il viaggio proseguirà poi verso il deserto di Tabernas in Spagna, set per centinaia di film, per mostrare come la siccità stia avanzando in Europa. In studio, il glaciologo Roberto Colucci spiegherà come stia cambiando il clima nel mondo e Ossini volerà in Islanda per verificare lo stato del ghiacciaio più grande d'Europa, il Vatnajokull. Infine, le Maldive con l'Università Bicocca di Milano per raccontare un centro di ricerca tutto italiano che ha sviluppato un metodo per riprodurre il corallo, purtroppo sempre più a rischio estinzione. "Voglio raccontare, soprattutto ai ragazzi - prosegue - che in tema di inquinamento e risorse non si deve pensare solo ad auto e fabbriche. Ma anche a telefonini e computer: mandare messaggi whatsapp, guardare un film sul cellulare, consuma energia e materie prime. Non se ne può fare a meno, ovviamente, ma magari si può limitare il tempo che passiamo sui nostri device. Anche perché l'uomo è fatto per stare all'aperto, non rinchiuso davanti a uno schermo". Ma per i 20 anni di carriera e per Kalipè, Ossini si è anche "regalato" alcune prove ad alto tasso adrenalinico. "Si - sorride - per ricordare i 100 anni di impegno degli Alpini, sono il primo conduttore Rai ad aver scalato il Monte Cervino, la terza montagna più alta d'Italia e tra le più difficili d'Europa. Ho anche nuotato con gli squali alle Hawaii. Non sono un supereroe, ma volevo dare dei messaggi: la fatica porta a una crescita personale e la paura si affronta con la conoscenza. Non che non avessi paura degli squali, anzi - ride - ma dopo mesi passati a studiarli, oggi so che sono predatori, ma noi non siamo prede. Ho nuotato con centinaia di loro in mare aperto. Ho superato la paura ed è stato meraviglioso".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai a RAI News

        Modifica consenso Cookie