Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Teatro
  4. Weekend a teatro tra 30 anni stragi mafia e Storie di Massini

Weekend a teatro tra 30 anni stragi mafia e Storie di Massini

Giorgio Colangeli e Mariano Rigillo sono I due Papi di McCarten

Dai 30 anni delle stragi di mafia sul Cretto di Burri all'omaggio a Pasolini nelle rovine di Segesta, passando per I due Papi di Anthony McCarten e le "Storie" di Stefano Massini. Sono alcuni degli appuntamenti teatrali in scena nel prossimo weekend.
    GIBELLINA (TP) - Finale inedito per le Orestiadi 2022, con un evento pensato ad hoc per il Cretto di Burri e dedicato ai 30 anni delle stragi di mafia del 1992. Si parte venerdì con la prima nazionale di "Orazione per Falcone e Borsellino nel giorno di San Rocco", spettacolo di Salvo Licata messo in scena da Fabrizio Ferracane, Filippo Luna ed Enrico Stassi e il cantautore Vasco Brondi. Sabato sarà, invece, Marco Paolini a portare sul Cretto, "Sani Teatro fra parentesi": un nuovo "patto" tra teatro e spettatori, in cui l'attore ripercorrerà racconti autobiografici, tra momenti di crisi piccoli e grandi, personali e collettivi che hanno cambiato il corso delle cose.
    Con le musiche originali di Saba Anglana e Lorenzo Manguzzi. Il 5 e 6 agosto.
    ROMA e BORGIO VEREZZI (SV) - Frustrato dalla direzione intrapresa dalla Chiesa, nel 2012 il cardinal Bergoglio chiede il permesso di ritirarsi dalla sua carica a Benedetto XVI, la cui interpretazione della dottrina è diametralmente opposta alla sua. Il Papa, in risposta, lo convoca a Roma: non accoglie le sue dimissioni, si dichiara contrario a tutte le sue idee riformiste e gli rivela che vorrebbe rinunciare al Soglio Pontificio, mentre entrambi ammirano il Giudizio Universale nella Cappella Sistina. Giorgio Colangeli e Mariano Rigillo con Anna Teresa Rossini portano in scena - in anteprima al Tor Bella Monaca Teatro Festival della capitale e poi in prima nazionale al Festival di Borgio Verezzi - "I due Papi", versione italiana di "The Pope", piéce del pluripremiato Anthony McCarten da cui è stata tratta anche la pellicola Netflix con Anthony Hopkins e Jonathan Pryce candidata agli Oscar. Il 4 e 5 agosto; e dal 9 all'11 agosto.
    ROMA - Tre mondi si contrappongono: il mondo della realtà (quello di Teseo, Ippolita e della corte), il mondo della realtà teatrale (gli artigiani che si preparano alla rappresentazione) e il mondo della fantasia (gli spiriti e le ombre). Appuntamento ormai immancabile, al Gigi Proietti Globe Theatre Silvano Toti di Villa Borghese torna il mondo magico e onirico de "Il sogno di una notte di mezza estate" di William Shakespeare, nella regia di Riccardo Cavallo. Con Andrea Pirolli, Sebastiano Colla, Valentina Marziali. Dal 3 al 14 agosto.
    MILANO - Reduce dal trionfo ai Tony Awards con la sua "Lehman Trilogy", Stefano Massini riprende il viaggio attraverso le pagine della letteratura europea con un nuovo appuntamento del ciclo "Storie", all'Estate fuori scena del Piccolo al Castello Sforzesco. "Le storie si nascondono ovunque - dice - soprattutto oggi, nella proliferazione dei mezzi di comunicazione, in cui la bulimia del narrare a tutti i costi si traduce in valanghe di sequenze inutili. Scopri allora che all'alba del Terzo Millennio uno scrittore è innanzitutto questo: un rabdomante, un cercatore d'oro del Klondike alla ricerca di vene sepolte, nascoste, sedimentate". Il 3 agosto.
    SEGESTA (TP) - Nel centenario della nascita, anche il Segesta Teatro Festival rende omaggio a Pier Paolo Pasolini con "PPP 3%" di Teatri Uniti/Casa del Contemporaneo, primo di tre progetti a lui dedicati. Un trittico di installazioni performative che inizia dalla poesia civile de "Le ceneri di Pasolini" con la voce recitante di Peppino Mazzotta, prosegue con l'avventura picaresca di "Porno-Teo Kolossal" in una lettura di Anna Bonaiuto e termina con il match fra il poeta friulano e Andy Wharol di "1975". Il 4 agosto. (A
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Modifica consenso Cookie