Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Un Bruckner semi-sconosciuto rilanciato a Berlino

Un Bruckner semi-sconosciuto rilanciato a Berlino

Lo specialista Thielemann esegue le due sinfonie 'senza numero'

BERLINO, 01 marzo 2024, 18:59

di Rodolfo Calò

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Due sinfonie semi-sconosciute di Anton Bruckner sono state interpretate dai Berliner Philharmoniker diretti da Christian Thielemann, uno specialista nelle esecuzioni del compositore austriaco. Il concerto, eseguito il 29 febbraio a Berlino, si intitolava "Bruckner sconosciuto con Christian Thielemann", come ha sottolineato il sito della Philharmonie berlinese definendo le due sinfonie "poco conosciute" al punto che "non sono state incluse nel computo ufficiale" e quindi non portano un numero che le connoti.
    "La Sinfonia in fa minore è il primo tentativo di Bruckner in questo genere" sinfonico, viene ricordato annunciando il concerto che ha altre due date il 1 e 2 marzo: "sebbene il compositore la descriva come un 'lavoro scolastico', essa ispira con il suo vigore e il suo calore romantico. Nel caso della cosiddetta 'Nullte' (la numero zero o "n. 0"), "è affascinante vedere come prenda forma l'inconfondibile stile personale di Bruckner", scrive il sito della Philharmonie sottolineando il fatto che "Thielemann, esperto interprete di Bruckner, sia sul podio".
    "La Sinfonia numero zero è in realtà è la vera Seconda", è stato sottolineato a una presentazione del concerto: "è stata scritta dopo la prima sinfonia (...) ma è stata cancellata da Bruckner stesso". Il motivo fu che "c'erano delle critiche, e lui stesso non era convinto. Per esempio, un insegnante di armonia gli disse, quando la suonò: sì, ma dov'è il tema?" e ancora oggi "ci si può chiedere se ci sia un tema", è stato notato.
    "Questa sinfonia, che oggi ascoltiamo come la numero zero", era "finita nel dimenticatoio. Fu eseguita per la prima volta nel 1924" (quindi 28 anni dopo la morte del compositore) "e oggi, grazie anche a Christian Thielemann, viene nuovamente apprezzata", è stato detto ancora nell'introduzione aggiungendo che il direttore d'orchestra tedesco "apprezza molto questa sinfonia".
    Nel programma di sala si ricorda che "Thielemann è uno dei direttori d'orchestra più esperti al mondo del repertorio romantico e tardo-romantico": oltre che di Bruckner, quindi, anche di Wagner, Brahms e Schumann. "Ampi archi di tensione, un suono dal bagliore scuro, un equilibrio perfetto: tutto questo caratterizza" le interpretazioni del direttore principale della Saechsische Staatskapelle di Dresda che "ha una stretta collaborazione con i Berliner Philharmoniker, con i quali dirige regolarmente dal 1996, e con i Wiener", con i quali ha recentemente completato la registrazione completa di tutte le sinfonie di Bruckner", viene aggiunto fra l'altro. Dalla prossima stagione (2024/25) Thielemann sarà "direttore musicale generale della Staatsoper Unter den Linden e della Staatskapelle Berlin".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza