Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Mal dei Primitives compie 80 anni, 'canto e non mollo'

Mal dei Primitives compie 80 anni, 'canto e non mollo'

Un album e un libro. 'Sanremo? No perché non ho tatuaggi'

ROMA, 24 febbraio 2024, 18:53

Giorgiana Cristalli

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Gioco a golf con mio figlio e i miei amici per mantenermi in forma. Non sono in pensione perché ho ancora tante cose da dire ai miei fan che mi hanno seguito in tutti questi anni": parola del leggendario Mal dei Primitives che, tagliando il traguardo degli 80 anni il 27 febbraio, pubblica un nuovo album dal titolo emblematico, 'I'm still singing', e un libro autobiografico dal titolo 'La furia di Mal'. In principio erano i Meteors, poi gli Spirits, quindi i Primitives, infine solo lui, Mal, pseudonimo di Paul Bradley Couling, nato in Galles e italiano d'adozione. Affascinante, grintoso e carismatico, ex apprendista elettricista, Mal trovò l'America in Italia, più precisamente nel cuore di Roma, nel mitico Piper club. Nel 1966 partì l'avventura artistica di quel ragazzo dallo sguardo carismatico e dall'accento inconfondibile che segnerà la storia del rock. "La mia meravigliosa carriera in Italia cominciò proprio nel locale di via Tagliamento numero 9, - ricorda Mal - un luogo ispirato ai modelli inglesi dai quali provenivo". Mal e il suo gruppo furono scoperti da Alberigo Crocetta e Gianni Boncompagni che si trovavano a Londra in cerca di idee e non esitarono a mettere sotto contratto i ragazzi The Primitives. Il gruppo conquistò subito la simpatia del pubblico italiano, ma fu soprattutto Mal che, con la sua vocalità ed un look singolare, riuscì a ritagliarsi un posto importante nel panorama musicale. Quattro volte al Festival di Sanremo, Mal è stato protagonista anche al cinema con i cosiddetti musicarelli. Tra le tante apparizioni televisive si ricorda l'ironica partecipazione al programma 'L'ultimo valzer' con Fabio Fazio e Claudio Baglioni. In teatro con il musical 'Grease', con Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia, divideva il camerino con Amadeus. "Non vorrei criticare Sanremo ma le mode cambiano, non ho tatuaggi e non mi tingo i capelli. Forse per questo non mi ha chiamato", ironizza Mal che difende la tradizione del bel canto amato nel mondo. Autodidatta, come tutti quelli della sua generazione, coltivò la dote naturale del canto mantenendo, nonostante la permanenza in Italia, un inconfondibile accento. "Mia moglie mi chiama ancora Paul", racconta, legato da oltre 30 anni alla sua compagna, Renata, dalla quale ha avuto due figli, Kevin Paul e Karen Art. Definisce ironicamente il suo modo di parlare "alla Stanlio e Ollio". Fu Luigi Tenco a dirgli che quell'accento gli avrebbe portato fortuna e fu proprio così. 'Pensiero d'amore' è una delle sue indimenticabili canzoni ma anche 'Bambolina', 'Tu sei bella come sei', 'Occhi neri', la sua versione di 'Parlami d'amore Mariù'. Nel giorno dell'ottantesimo compleanno, Mal pubblica sulle piattaforme e gli store digitali (e anche in vinile) il nuovo album 'I'm still singing', con brani in inglese e in italiano, prodotto da Clodio Music, riappropriandosi delle sonorità rock e delle ballad dalle atmosfere internazionali. "Sono 80 anni che aspetto questo giorno e finalmente è arrivato" scherza presentando l'album che contiene 11 brani inediti, molti dei quali scritti da lui. Il singolo che dà il titolo all'album, 'I'm still singing', è il tema conduttore. Mal canta "Continuo a cantare… Continuo a fare lo swing. Il rock e il ritmo tengono i miei piedi sul pavimento. E io continuo a danzare. Continuo ad essere romantico…". Ad impreziosire il singolo, alla batteria Pick Whiters, ex componete dei The Primitives e batterista dei Dire Straits. In arrivo anche il libro autobiografico, per l'editore Bertoni, 'La furia di Mal' che nel titolo rievoca un'altra avventura emblematica dell'artista. "Nessuno credeva che quel telefilm potesse avere successo ma accettai comunque di cantare la sigla. Si intitolava Furia e la serie aveva come protagonista uno stallone nero. Non avevamo previsto - racconta Mal - di produrre un disco con il brano, ma solo di trasmetterlo all'inizio e alla fine di ciascun episodio. I bambini però impazzirono quando sentirono la canzone. Da un giorno all'altro tutti erano alla disperata ricerca del disco di Furia e la Ricordi si affrettò a produrlo e metterlo sul mercato". Circa mezzo secolo dopo, 'Furia cavallo del west' è un successo intramontabile.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza