Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Il giovane Italo Calvino nel romanzo di Enzo Fileno Carabba

Il giovane Italo Calvino nel romanzo di Enzo Fileno Carabba

Esce il 9 maggio per Ponte alle Grazie

ROMA, 02 maggio 2023, 16:47

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

ENZO FILENO CARABBA, IL GIARDINO DI ITALO (PONTE ALLE GRAZIE, PP 154, EURO 16,00) Italino, il giovane Italo Calvino che vive in un giardino incantato della Riviera Ligure, quello della casa di Sanremo. Ce lo racconta in un viaggio, tanto più vero quanto più immaginario, Enzo Fileno Carabba, che nel 1990 ha vinto il Premio Calvino con il libro Jakob Pesciolini, nel romanzo breve Il giardino di Italo, che esce il 9 maggio per Ponte alle Grazie.
    Mescolando ricerca storico biografica e immaginazione, viene fuori un ritratto inedito di Calvino ragazzo, in una chiave beffarda e giocosa che illumina aspetti conosciuti, ma percorre piste poco battute, dalla botanica alla passione per i fumetti.
    Nel centenario della nascita dell'autore de Il barone rampante e de Il cavaliere inesistente, avvenuta il 15 ottobre 1923, Carabba ci porta dove tutto è cominciato, dove grazie ad alberi ipnotizzanti e pere proibite, tarzan anarchici e famosi illustratori, vecchi fumetti e granchi ballerini, la leggerezza calviniana, si fa tenera e onirica, lasciando affiorare quella giocosa libertà che, sola, potrà rendere rampanti i baroni, dimezzati i visconti, inesistenti i cavalieri.
    I genitori di Italo credono nel potere razionale, etico e sociale della scienza e mentre fuori tuona la retorica fascista, la lingua che si parla in quel giardino, un "Paradiso sperimentale", è seria, priva di sentimentalismi, di una laica compostezza. Ma quando Italino si avvicina al mare, viene travolto da un'onda che lo rimescola e gli fa capire che non siamo creature esatte. È allora che in lui si accende quella tensione perenne tra razionalità e fantasia, la voce dello scrittore Italo Calvino.
    "'Tutte queste onde. Ce n'era una gigantesca che mi ha preso' disse Italino quando finalmente ne fu capace. 'Ma oggi non ci sono onde. Sei andato giù da solo' disse il fratello Floriano indicando un mare piatto. Insomma: il mare era calmo o mosso? Non lo sappiamo. Non c'eravamo. E che c'entra il mare. Noi stiamo parlando dell'onda. E l'onda la sa troppo lunga perché è nata prima di noi" racconta nel libro Carabba, che con il suo ultimo libro, Il digiunatore, pubblicato nel 2022 sempre da Ponte alle Grazie, ha vinto il Premio Comisso.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza