Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Premio Lattes Grinzane Speciale a Safran Foer

Premio Lattes Grinzane Speciale a Safran Foer

Il 14 ottobre ad Alba il vincitore, omaggio ad Hanif Kureishi

ROMA, 18 aprile 2023, 19:00

Redazione ANSA

ANSACheck

Premio Lattes Grinzane Speciale a Safran Foer - RIPRODUZIONE RISERVATA

Premio Lattes Grinzane Speciale a Safran Foer - RIPRODUZIONE RISERVATA
Premio Lattes Grinzane Speciale a Safran Foer - RIPRODUZIONE RISERVATA

Jonathan Safran Foer, pubblicato in Italia da Guanda, è il vincitore del Premio Speciale Lattes Grinzane, attribuito ogni anno a un'autrice o a un autore internazionale di fama riconosciuta a livello mondiale che nel corso del tempo abbia raccolto un condiviso apprezzamento di critica e di pubblico.
    Scelti i cinque finalisti della XIII edizione che sono: Giosuè Calaciura con 'Una notte' (Sellerio), Mircea Cărtărescu con 'Melancolia' (La Nave di Teseo), nella traduzione di Bruno Mazzoni), Marco Missiroli con 'Avere tutto' (Einaudi), Karen Russell con 'I donatori di sonno' (Edizioni Sur), nella traduzione di Martina Testa e Zeruya Shalev con 'Stupore' (Feltrinelli), nella traduzione di Elena Loewenthal. Il riconoscimento internazionale intitolato a Mario Lattes e promosso dalla Fondazione Bottari Lattes, anche in questa XIII edizione ha visto concorrere insieme i libri di narrativa italiana e straniera pubblicati nell'ultimo anno. Il prossimo 14 ottobre ad Alba verrà annunciato il romanzo vincitore. La cerimonia di premiazione siinserisce all'interno delle celebrazioni per i cento anni dalla nascita di Mario Lattes.
    I cinque romanzi finalisti, così come il Premio Speciale, sono stati selezionati dalla Giuria Tecnica, presieduta da Loredana Lipperini e composta da otto membri tra docenti, giornalisti, critici e scrittori.
    La Giuria Tecnica ha stabilito, in collaborazione con la casa editrice Bompiani, di rendere pubblicamente omaggio, nel corso della cerimonia di premiazione, ad Hanif Kureishi, "grande scrittore contemporaneo che, colpito da un malore durante lo scorso Natale, ha subito una lesione spinale perdendo l'uso degli arti e che, nonostante la gravissima condizione, ha continuato a servire e onorare la scrittura dettando i suoi tweet e, subito dopo, una newsletter che raccoglie i suoi testi, dove racconta di 'scrivere con una voce più libera le parole che in qualche modo si erano bloccate o inceppate'. Un segnale di grande speranza e coraggio nei confronti della letteratura, e della vita".
    Ai 400 studenti e studentesse che compongono le Giurie Scolastiche è affidato ora il compito di leggere, giudicare e individuare il vincitore di quest'anno. I giovani coinvolti provengono da tutta Italia, da Aosta a Messina, da Volterra a Salerno, fino a Parigi, per un totale di 25 scuole partecipanti.
    In occasione della cerimonia di premiazione al Teatro sociale Busca di Alba, il Premio Speciale Safran Foer terrà una lectio magistralis su un tema a propria scelta e sarà insignito del riconoscimento. Nella mattina della stessa giornata, i finalisti incontreranno gli studenti e le studentesse delle scuole in giuria al Castello di Grinzane Cavour.
    "La cinquina 2023 è di altissima qualità letteraria, che è il criterio che ha sempre ispirato la Giuria Tecnica del Premio", si legge nella motivazione che spiega la scelta dei finalisti.
    L'appuntamento del 14 ottobre sarà trasmesso in diretta streaming sul sito e sui canali social della Fondazione Bottari Lattes.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza