Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Vicino/lontano, anteprima con le foto di Sosnovsky su Mariupol

Vicino/lontano, anteprima con le foto di Sosnovsky su Mariupol

Reporter testimone delle distruzioni al festival al via a Udine

UDINE, 02 maggio 2023, 18:44

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

UDINE - "La Russia dovrebbe essere riconosciuta come 'Stato terrorista', perché le vie d'uscita dalla guerra passano attraverso il massimo isolamento internazionale, finanziario, economico e politico di Putin. L'Ucraina deve essere messa nelle condizioni di difendere i propri civili, ma anche dotata di armi necessarie a cacciare gli invasori. Altrimenti ogni sacrificio sarebbe inutile". Lo ha detto all'ANSA il fotoreporter Evgeny Sosnovsky, di Mariupol, rimasto nella sua città per i 65 giorni dell'assedio della primavera 2022, autore degli scatti in mostra per il festival vicino/lontano (3-7 maggio), del quale l'esposizione è una delle anteprime. "Solo così la guerra potrà finire ed entrare a far parte di Ue e Nato", ha aggiunto Sosnovsky che aveva già realizzato una testimonianza fotografica del primo attacco delle forze separatiste filorusse, nella primavera 2014. "Nel Donbass ucraini, russi, greci, tatari e rappresentanti di molte altre nazionalità coesistevano assolutamente in modo pacifico - dice - Le tensioni sono iniziate nel 2014 quando la Russia ha iniziato la sua guerra imperialista contro l'Ucraina sovrana e indipendente". Sulle condizioni per l'inizio di un possibile negoziato di pace, Sosnovsky ha affermato che "la condizione essenziale, sulla quale dovrebbero convergere le diplomazie, è che la comunità internazionale deve costringere la Russia ad abbandonare l'Ucraina, per poi poter discutere il resto. E un'altra componente necessaria è che sia istituito un tribunale internazionale per i crimini militari, come avvenuto dopo la seconda guerra mondiale". La mostra, curata da Michele Guerra, sarà aperta fino all'11 maggio, a ingresso libero. Domani è in programma l'inaugurazione del 19/o festival vicino/lontano. 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza