Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Spopola il romance, si fa strada la narrativa emotiva

Spopola il romance, si fa strada la narrativa emotiva

Dati Aie al Salone, Selva Coddè fenomeni più che generi

TORINO, 19 maggio 2023, 19:21

dell'inviata Mauretta Capuano

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

TORINO - Si stabilizza la crescita del mercato dei libri avviata nel post-pandemia, grazie alla vitalità dell'offerta editoriale, con un incremento sui primi quattro mesi del 2019 del 17% (vendite di narrativa e saggistica, esclusa la scolastica). Le librerie fisiche consolidano la loro posizione come primo canale di vendita dei libri con una quota del 53,8%) ed è boom per il romance.
    Lo dice l'analisi dell'ufficio studi Aie, su dati Nielsen BookScan e altre fonti, presentata oggi al Salone Internazionale del Libro di Torino in un incontro che ha visto confrontarsi Alessandra Carra (Gruppo Feltrinelli), Marzia Corraini (Corraini Edizioni), Diego Guida (Vicepresidente di Aie e presidente del Gruppo dei Piccoli editori), Stefano Mauri (Gruppo editoriale Mauri Spagnol), Martino Montanarini (Gruppo Giunti), Maria Teresa Panini (Franco Cosimo Panini Editore) e Enrico Selva Coddé (Gruppo Mondadori).
    Al centro del dibattito il punto dolente del nostro Paese, la scarsità di lettori e come conquistarne di nuovi. "Dovremmo ragionare in termini di fenomeni, non di generi. Le nuove generazioni sono più imprevedibili nelle logiche d'acquisto. I lettori nuovi si muovono sui social con linguaggi diversi. Da una parte l'editore deve avere una pluralità di voci e dall'altra il suo lavoro deve essere più sartoriale. Dobbiamo semplicemente riproporre aggiornata la visione del ruolo di mediatore culturale" ha spiegato Selva Coddè.
    Nella top ten dei libri più venduti nei primi quattro mesi del 2023 compare Spare - Il minore (Mondadori ) del Principe Harry, seguito da La vita intima (Einaudi) di Niccolò Ammaniti e da Dammi mille baci (Always Publishing) di Tillie Cole. Si disegna un panorama in cui convivono libri-evento come le biografie reali, saggistica di cultura, romance, titoli trainati da trasposizioni cinematografiche e premi letterari, fenomeni social, TikTok in particolare. I romanzi d'amore negli ultimi due anni si sono spesso posizionati in vetta alle classifiche di vendita e nei primi quattro mesi dell'anno hanno visto una spesa dei lettori per acquistarli pari a 15,7 milioni di euro, più che raddoppiata rispetto al 2019 (più 101,3%). Tra questi, iniziano ad affermarsi i titoli di autrici italiane che sono passati da un valore di vendita di 1,1 milioni del 2019 a 6 milioni del 2023 (più 451%).
    "Siamo di fronte a una mutazione genetica delle classifiche spinta dai giovani e dal passaparola sul web. Il romance spopola. La narrativa femminile è stata considerata di serie B per gran parte del Novecento perché si occupava di sentimenti.
    Adesso stiamo andando verso la narrativa emotiva. Il romance non è un filone da perdere di vista, ci sono tante autrici di questo tipo. I gusti delle nuove generazione, secondo le ricerche, adesso cambiano ogni tre anni, una volta cambiavano ogni sette" ha spiegato Mauri. Il nemico, per Montanarini, resta "la scarsa propensione a leggere. Il dato interessante è che negli ultimi anni c'è stato un aumento delle vendite del catalogo rispetto alle novità. La filiera piuttosto dovrebbe interrogarsi sul numero di novità che pubblichiamo, 70mila nuovi titoli l'anno si potrebbero ridurre a 50mila, tutti ne beneficerebbero". "TikTok spinge il catalogo, l'offerta" ha fatto notare Carra e "l'online porta nuovi lettori che leggono su carta. Ci sono fenomeni sotto traccia che dobbiamo raccogliere".
    Secondo i dati dell'Osservatorio Aie sulla lettura a cura di Pepe Research, la ripresa delle librerie è da attribuirsi a una precisa scelta dei lettori che nel 46% dei casi dichiarano di aver utilizzato di più la libreria negli ultimi 12 mesi. Tra le motivazioni, nel 55% dei casi viene indicato l'aver trovato in libreria promozioni interessanti. In maggioranza, gli italiani leggono narrativa come romanzi, fumetti, libri per bambini (50,7%). Nel 15,3% dei casi, sono stati comprati titoli usciti nei primi 4 mesi dell'anno, il resto è composto da catalogo (84,7%). 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza