Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Scott Turow, uso di armi in Usa è spaventosamente aumentato

Scott Turow, uso di armi in Usa è spaventosamente aumentato

Lo scrittore in Italia con il nuovo romanzo 'Il sospetto'

ROMA, 21 febbraio 2023, 14:49

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Il numero dei detentori di armi da fuoco è spaventosamente aumentato negli Stati Uniti. La situazione è peggiorata e oggi fare l'agente dell'ordine negli Usa è diventata una vita nel terrore". Lo dice lo scrittore e avvocato Scott Turow, l'autore di 'Presunto innocente' e di tanti altri bestseller, a Roma con 'Il sospetto' (Mondadori), il suo nuovo legal thriller del quale è protagonista l'investigatrice trentenne Pinky che indaga sul caso di una capa della polizia, Lucia Gomez, accusata da tre poliziotti di aver chiesto favori sessuali in cambio di una promozione. "L'assassinio di Floyd è ingiustificabile però io che conosco questo mondo dico che è una espressione dell'ansia costante con la quale vivono ogni giorno i tutori dell'ordine negli Stati Uniti. L'idea che quest'ansia trovi la sua espressione nel fatto che un agente in divisa si metta con l'anfibio sul corpo di un sospetto o lo prenda a manganellate, uno che per altro in quel momento è totalmente inerme, è ributtante, non ha giustificazione. Però a Chicago non riescono più a trovare chi assumere nelle forze di polizia cittadine. Negli Stati Uniti dovremmo estendere il dibattito nazionale sul ruolo della polizia" sottolinea Turow che nell'arco della sua carriera di avvocato è venuto a contatto con tantissimi membri delle forze dell'ordine, su piani diversi. "E' stata la maggioranza conservatrice all'interno alla Corte Suprema degli Usa a sentenziare che i cittadini hanno per Costituzione il diritto a girare armati. In questi giorni ero in Florida dove il Congresso stava discutendo se non sarebbe il caso di consentire a tutti senza nessuna licenza e senza nessun addestramento, di andare in giro per le strade con un arma, anche nascosta" spiega. "A me pare del tutto evidente, scontato, che se tutti vanno in giro armati prima o poi qualcuno viene ucciso. E questo sta succedendo in maniera molto superiore rispetto a 30 anni fa, prima che venisse comunemente accettata questa ridicola lettura della Carta Costituzionale che è erronea, totalmente. Tanto più e questa cosa non viene sufficientemente compresa, che la maggioranza degli americani non è d'accordo. Non è un fenomeno impossibile da controllare, lo è dentro questo quadro normativo. E poi ci sono le figure invisibili che sono i produttori di armi che fanno fortuna a livelli giganteschi e hanno portato negli Stati Uniti questa nuova forma di terrorismo".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza