Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Dalla Guerra Fredda ai conflitti attuali, 40 esperti a Udine

Dalla Guerra Fredda ai conflitti attuali, 40 esperti a Udine

Dal 9 all'11/3, a cura di Friuli Storia e atenei Udine e Harvard

UDINE, 21 febbraio 2023, 18:52

Redazione ANSA

ANSACheck

Dalla Guerra Fredda ai conflitti attuali, 40 esperti a Udine - RIPRODUZIONE RISERVATA

Dalla Guerra Fredda ai conflitti attuali, 40 esperti a Udine - RIPRODUZIONE RISERVATA
Dalla Guerra Fredda ai conflitti attuali, 40 esperti a Udine - RIPRODUZIONE RISERVATA

La storia è uno strumento di lettura del nostro tempo e la Guerra fredda può essere considerata l'antefatto per i conflitti in atto oggi in Europa e nel mondo.
    E' questo il tema centrale di un Forum internazionale che rilegge il ruolo chiave dei territori di confine a Udine e Gorizia, città strategiche negli anni della Guerra fredda, in programma dal 9 all'11 marzo. L'evento, presentato oggi, inaugura una partnership fra associazione Friuli Storia, Università di Udine e Università di Harvard, all'indomani del primo anno di Guerra in Ucraina.
    In arrivo 40 autorevoli analisti, per otto percorsi tematici volti ad "alimentare un vero e proprio Osservatorio sulla Guerra fredda, capace di proiettare l'indagine storica sul nostro tempo".
    Sarà proprio uno degli analisti più noti a livello mondiale, lo storico Mark Kramer, direttore del Centro Studi sulla Guerra Fredda di Harvard, introdotto dal direttore scientifico del Forum Tommaso Piffer, ad aprire il Forum il 9 marzo a Udine, con la lectio che dà il titolo al programma, "Terre di confine: dalla Guerra fredda ai conflitti del nostro tempo".
    A chiudere il Forum l'11 marzo, ricongiungendo analisi storica e attualità, sarà un altro storico e accademico di Harvard, Charles Maier.
    "Il programma del Forum - ha spiegato Tommaso Piffer - è arricchito dall'innovativo progetto Frontiera Est, che per la prima volta metterà a sistema oltre 1.300 bunker e strutture difensive del Fvg, riaprendole al pubblico con una capillare mappatura, percorsi didattici e divulgativi. Primo passo sarà l'inaugurazione, all'indomani del Forum - ha aggiunto - del portale frontieraest.it, accessibile a tutti in un click, per una visita virtuale delle strutture difensive oggi aperte al pubblico".
    Tra i diversi temi oggetto d'indagine, ci saranno gli incidenti lungo il confine fra Austria, Ungheria e Cecoslovacchia (con Philipp Lesiak e Sabine Nachbaur), fra Austria e Yugoslavia (Dieter Bacher) e le minoranze russe in Corea (Timothy Webster). Anche l'impatto economico della Guerra fredda sarà analizzato negli interventi degli analisti Taylor Zajicek, Peter Svik, Anna Maria Scognamiglio e Lorenz Lüthi.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza