Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

La giustizia raccontata attraverso canzoni De André

La giustizia raccontata attraverso canzoni De André

'Alla stazione successiva' di Raffaele Caruso

GENOVA, 16 marzo 2023, 18:34

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

GENOVA - De André e la giustizia, una giustizia che "aspira ai tratti della misericordia", raccontata attraverso l'ascolto delle sue canzoni. Una playlist selezionata da Raffaele Caruso, avvocato penalista, e raccolta ne 'Alla stazione successiva' (ed. San Paolo, 368 pp). L'opera è un viaggio in cui l'autore (che assiste anche il Comitato ricordo vittime del ponte Morandi) racconta una serie di esperienze personali e professionali sollecitate da alcune canzoni in cui Faber tocca i temi della giustizia, della pena del delitto.
    L'analisi portata avanti da Caruso porta all'individuazione di un pensiero coerente: partendo dall'umano tipico dell'universo dei protagonisti da lui creati, "De André, anche nel solco della critica a ogni potere, delinea una giustizia che aspira ai tratti della misericordia. Una giustizia che nasce nel cuore dei servi disobbedienti alle leggi del branco e può diventare il parametro di un nuovo approccio anche per la pratica dei tribunali, delle carceri, dei percorsi di nuova vita di chi riconosce la propria aspirazione a rinascere", spiega l'autore. E così, solo per citare un esempio, La canzone del maggio è usata per raccontare i fatti della scuola Diaz durante il G8.
    Il libro sarà presentato il 21 marzo alle 17.45 alla Sala Quadrivium a Genova. 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza