Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

A Elisabetta Sgarbi il 'Premio Arte: Sostantivo Femminile'

A Elisabetta Sgarbi il 'Premio Arte: Sostantivo Femminile'

Tra premiate Capotondi, Ferrante, Polimeni. Cerimonia 6 marzo

ROMA, 03 marzo 2023, 18:54

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

L'editrice Elisabetta Sgarbi, anche regista cinematografica e organizzatrice di eventi culturali come la Milanesiana, è la vincitrice del riconoscimento di 'Signora dell'arte 2023' del Premio Arte: Sostantivo Femminile attribuito a donne che si sono particolarmente distinte nel mondo dell'arte, della scienza, della cultura e dell'imprenditoria. La Sgarbi, che ha creato la Fondazione Elisabetta Sgarbi con l'obiettivo di promuovere e valorizzare la ricerca artistica e cinematografica, sarà premiata da Flavia Mazzarella, presidente del Consiglio d'Amministrazione di Bper Banca. "Sono lieta e onorata di questo riconoscimento per la mia attività editoriale e nel mondo della cultura. Il fatto che sia una donna non mi impedisce di condividere il premio con tutti gli scrittori e artisti, uomini o donne, che hanno arricchito e reso possibile il mio viaggio nell'editoria, che ancora continua" ha detto Elisabetta Sgarbi.
    Le altre donne premiate sono: l'attrice, regista e sceneggiatrice romana Cristiana Capotondi; la scrittrice misteriosa Elena Ferrante; Antonella Polimeni, medico e magnifica Rettrice dell'Università 'La Sapienza' di Roma, prima donna a ricoprire questo ruolo in più di 700 anni di storia dell'ateneo romano; la direttrice d'orchestra e pianista Speranza Scappucci, nonché prima donna italiana a dirigere un'opera al Teatro alla Scala di Milano; l'imprenditrice digitale Cristina Fogazzi, conosciuta con lo pseudonimo "L'Estetista Cinica"; Maria Flora Monini, imprenditrice olearia; Bruna Esposito, tra le artiste italiane più affermate nel panorama internazionale. La cerimonia di premiazione sarà lunedì 6 marzo nel Salone della Guerra della Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma, alle 19, condotta dalla giornalista Roberta Petronio. Alla premiazione sarà presente anche la direttrice della Galleria Nazionale, Cristiana Collu. "Sono 17 anni che l'Associazione A3M ci sostiene con diverse iniziative.
    Questa del Premio è una di quelle a cui tengo particolarmente, perché si pone come simbolo culturale di un percorso più ampio volto alla valorizzazione della figura femminile. Sono molto orgogliosa che questo luogo ospiti un premio che mette al centro il ruolo delle donne nella società" ha spiegato Collu. "Come recita il titolo del premio stesso - commenta la presidente dell'Associazione A3M Maddalena Santeroni - vogliamo rendere protagonista la parola 'Arte' legandola non solo al luogo dove il Premio è nato, ma al significato stesso del termine". La 15/ma edizione del Premio, presentato dall'Associazione A3M - Amici della Galleria Nazionale d'Arte Moderna di viale delle Belle Arti 131 - in collaborazione con la Galleria Nazionale ritorna, dopo gli spostamenti dovuti alla pandemia, nel consueto mese di marzo, simbolicamente dedicato alle donne.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza