Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Premio Bagutta 2023 a Marco Missiroli per 'Avere tutto'

Premio Bagutta 2023 a Marco Missiroli per 'Avere tutto'

Consegna il 29 gennaio. Per Opera Prima vince Andrea De Spirt

ROMA, 20 gennaio 2023, 19:34

Redazione ANSA

ANSACheck

Cover Missiroli - RIPRODUZIONE RISERVATA

Cover Missiroli - RIPRODUZIONE RISERVATA
Cover Missiroli - RIPRODUZIONE RISERVATA

E' Marco Missiroli con 'Avere tutto' (Einaudi) il vincitore del Premio Bagutta 2023 che, come da tradizione inaugura la stagione dei riconoscimenti letterari. La giuria, presieduta da Isabella Bossi Fedrigotti, con segretario Andrea Kerbaker, è composta da Marco Amerighi, Rosellina Archinto, Eva Cantarella, Elio Franzini, Umberto Galimberti, Davide Mosca, Elena Pontiggia, Enzo Restagno, Mario Santagostini, Roberta Scorranese, Alessandra Tedesco, Valeria Vantaggi e Orio Vergani. Come di consueto, il premio verrà assegnato il 29 gennaio alle 20.00, nella sede di via De Grassi a Milano, messa a disposizione da Francesco Micheli, storico sostenitore del premio.
    "Nelle pagine di Missiroli la morte e la minaccia della rovina per il gioco - combinati in un fraseggio conciso, che da sempre rappresenta la chiave stilistica dell'autore - procedono così in simbiosi, in un romanzo che alla giuria è parso coraggioso e convincente" spiega la motivazione al riconoscimento. Il premio per l'opera prima è andato invece al trentatreenne Andrea De Spirt, autore di "Ogni creatura è un'isola", edito dal Saggiatore. Un romanzo in 500 paragrafi, a volte brevi o brevissimi, in cui si racconta di un giovane alla ricerca di tracce del fratello, misteriosamente scomparso su un'isola. La giuria "ha apprezzato in particolare la forma, non priva di una certa tendenza alla sperimentazione, senza però essere mai troppo spericolata".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza