Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

'Libri voci città', rassegna sull'umanesimo contemporaneo

'Libri voci città', rassegna sull'umanesimo contemporaneo

Da Caracciolo a Amato ospiti a Firenze, primo incontro il 24/1

FIRENZE, 16 gennaio 2023, 19:01

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Lucio Caracciolo, Edoardo Camurri, Adriano Sofri, Ilaria Pavan, Giorgio Dell'Arti, Fabio Martini, Cristina Giachi, Maria Luisa Vallauri, Giuliano Ferrara, Giuliano Amato: sono alcuni degli ospiti di 'Finestre alte.
    Libri voci città', rassegna al via dal 24 gennaio a Firenze e dedicata "ai libri e alle idee, per la città e per i cittadini".
    A promuoverla il Centro sull'umanesimo contemporaneo, nato nel 2017 all'interno dell'Istituto nazionale di studi sul Rinascimento e oggi coordinato da Alfonso Musci e Salvatore Carannante.
    Attraverso il Centro lo stesso Istituto, si spiega, "intreccia le analisi di carattere storico, filosofico e scientifico che fanno parte della propria missione con una riflessione 'pubblica' su temi e problemi del presente, collegati in modo diretto e indiretto alla cultura umanistica".
    La rassegna prende il titolo dalle "luminose bifore di Palazzo Strozzi", dove hanno sede l'Istituto e il Centro, "viste dalla piazza, aperte da sempre alle nuove prospettive dell'umanesimo contemporaneo". E' suddivisa in più sezioni: 'Contemporanea', per "mettere a fuoco le emergenze del nostro tempo e del nostro spazio europeo e globale"; 'Ritratti', con l'obiettivo "di delineare un alfabeto culturale per i tempi nuovi e aperto al dialogo con i 'classici'", dal campo delle arti all'economia; 'Transizioni', che ha al centro dalle trasformazioni tecnologiche a quelle ambientali e sociali in corso. Per il primo appuntamento del 24 gennaio, per 'Contemporanea', Giovanni Orsina dialoga di antipolitica con David Allegranti. 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza