Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Favino agli studenti, 'la vostra voce vale'

Favino agli studenti, 'la vostra voce vale'

Attore incontra i giovani per progetto Cinema, Storia Società

ROMA, 26 febbraio 2024, 17:11

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Mi permetto solo di dirvi di stare attenti a far sentire sempre la vostra voce. La vostra voce vale, proprio perché è la vostra, comunque decidiate di farla sentire, con l'arte, la politica, il lavoro. La vostra opinione è vostra e può essere diversa da quella del vicino": è quanto ha detto Pierfrancesco Favino che ha incontrato oggi gli studenti delle scuole superiori al Cinema The Space Moderno a Roma.
    L'attore ha invitato i ragazzi a non vivere passivamente la realtà. L'incontro, moderato dal critico Fabio Ferzetti, e la proiezione di Nostalgia di Mario Martone, fanno parte del programma di Cinema, Storia & Società, inserito all'interno dei Progetti Scuola ABC, che accompagna gli studenti delle scuole superiori di Roma e Lazio alla scoperta della settima arte.
    L'attore ha risposto, per oltre un'ora, alle domande dei ragazzi e delle ragazze, raccontando gli aneddoti del backstage, gli spunti e gli stimoli che ha raccolto per costruire il suo personaggio. Il film di Martone coglie perfettamente l'essenza di un quartiere in grande fermento, la Sanità, che grazie all'educazione delle nuove generazioni e alla cultura è in grado di rinascere. Le iniziative di Don Luigi (interpretato da Francesco Di Leva e ispirato al vero don Antonio Loffredo) offrono ai giovani che vivono la strada la possibilità di liberarsi da un futuro segnato dalla criminalità e dall'emarginazione. Nostalgia non è solo un film, ma un invito a ritrovare le proprie radici per la definizione di un nuovo sé, è un manifesto di emancipazione per i ragazzi e le ragazze, che offrendo loro la speranza per un futuro migliore. Girando nella Sanità ha toccato con mano l'importanza di dare un'alternativa alle realtà giovanili anche nei contesti più difficili, per proporre una nuova mentalità, come fa Francesco Di Leva, che usa il teatro per riconvertire potenziali realtà criminali.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza