Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Brighton 4th, quando la Georgia incontra New York

Brighton 4th, quando la Georgia incontra New York

In sala il film del georgiano Koguashvili premiato al Tribeca

ROMA, 11 febbraio 2024, 13:48

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Atmosfere cupe, antiche, grigie e il ritorno a quelle tradizioni che restano immutabili nelle culture di tutto il mondo, questo ed altro si ritrova in Brighton 4th del regista georgiano Levan Koguashvili in sala con Invisible Carpet.
    Il film che al Tribeca FF 2021 ha ricevuto tre premi (miglior attore, film Internazionale e sceneggiatura) inizia con Kakhi (Levan Tediashvili), anziano e saggio ex campione di lotta della Georgia che si reca a New York per andare a trovare suo figlio Soso (Giorgi Tabidze), che vive nel quartiere di immigrati sovietici di Brighton Beach a Brooklyn. Ora Soso, partito qualche anno prima per laurearsi in medicina, non ha fatto quello che doveva e lavora così in un'azienda di traslochi come manovale. Ha poi il vizio del gioco d'azzardo e un debito di gioco di ben 14.000 dollari, che deve ad Amir, ex lottatore e mafioso locale.
    Non solo, al giovane immigrato servono anche soldi per organizzare un matrimonio falso con un'assistente sociale, Lena (Nadezhda Mikhalkova), che gli permetterà di avere la 'green card' degli Stati Uniti.
    Kakhi dà cosi a Soso 2.000 dollari come anticipo del suo debito, ma il figlio pensa bene di giocarseli mettendosi ancora più nei guai. L'ultima opzione di Kakhi per aiutare suo figlio è parlare a quattr'occhi con Amir che gli offre una sfida di lotta: se Kakhi vince, il debito di Soso sarà perdonato. Amir è d'accordo, così i due si affrontano sulla spiaggia in uno spettacolare combattimento che determinerà definitivamente le loro sorti.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza