Cultura

Ancora più bello, una favola tra Torino e Parigi

Al cinema seconda parte della trilogia e ora in arrivo serie tv

Davvero delizioso questo ANCORA PIÙ BELLO di Claudio Norza, sequel di SUL PIÙ BELLO, che era andato benissimo al box office prima che la pandemia chiudesse le sale, e seconda parte di una trilogia scritta e prodotta da Roberto Proia. Protagonista assoluta Marta (una bravissima Ludovica Francesconi), quasi un'Amelie, che interpreta una ragazza malata (ha la fibrosi cistica), allegra e vitale che condivide la sua casa torinese con due amici, Federica (Gaja Masciale) e Jacopo (Jozef Gjura). Distribuito dal 16 settembre da Eagle in 320 copie, questo film inizia esattamente dodici mesi dopo il primo, quando la storia tra Marta (Ludovica Francesconi) e Arturo è finita. Ma la solitudine di Marta si interrompe quando arriva Gabriele (Giancarlo Commare), giovane disegnatore dolce, buffo e insicuro. Marta pensa che potrebbe essere lui quello giusto, ma a un certo punto Gabriele trova lavoro a Parigi e tra di loro si rompe qualcosa per la gelosia di lui. Mentre Federica e Jacopo mettono mano a lavoro e sentimenti e tutto sembra andare storto, arriva una telefonata dall'ospedale che cambia tutte le priorità.

"L'uso mirato del colore e della fotografia contribuiscono a stemperare la drammaticità della storia a favore di una visione più favolistica e leggera - dice Claudio Norza -, andando verso i toni del cinema francese di Jeunet o di alcuni film di Wes Anderson. Ancora più bello è una bellissima storia, moderna e romantica, e Marta un meraviglioso personaggio che sono sicuro entrerà ancora di più nel cuore del pubblico. Il suo coraggio nell'affrontare la vita col sorriso e con la leggerezza dei vent'anni la rende unica, una piccola eroina impegnata nella sua personale battaglia per sopravvivere ed essere felice. "Che tipo di film è Ancora più bello? È un cinema commerciale di qualità, in Italia una cosa così è una sorta di ossimoro - dice il produttore e sceneggiatore Roberto Proja -. Un cinema insomma con un occhio verso il pubblico e che come un cavallo di Troia nasconde un messaggio. In questo caso che si può essere molto grassi, molto magri o molto malati, ma che si può lo stesso andare avanti. Abbiamo ricevuto in questo senso molte lettere di ragazzi che ci hanno scritto di essere stati aiutati dal personaggio di Marta".

Un brand, questo, destinato naturalmente a diventare una serie: "Ci stiamo lavorando, si chiamerà Sul più bello e avrà lo stesso cast dei film" aggiunge Proia. Dice, infine, la bravissima Ludovica Francesconi, 22 anni, protagonista di tutti e tre i film: "La mia attrice di riferimento? Eleonora Duse, l'ho vista in Cenere ed è straordinaria, mi ispiro a lei. Tra quelle contemporanee Meryl Streep e Alba Rohrwacher". Un ruolo che ti piacerebbe? "Mi divertirei a farne uno completamente opposto a Marta, il personaggio di un horror". Nel cast del film: Jozef Gjura, Jenny De Nucci, Riccardo Niceforo, Giuseppe Futia e Diego Giangrasso. Infine in Ancora più bello, cui seguirà Sempre più bello, un cameo di Loredana Bertè. 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie