Si chiude il Mia, boom presenze online e on site, +20%

Mercato audiovisivo a Roma, 50 paesi coinvolti

1.800 accreditati totali, 700 operatori in media ogni giorno presenti onsite - per un totale di 8.000 di cui 3000 presenze, 5.000 passaggi totali negli spazi interni ed esterni di Palazzo Barberini e Cinema Quattro Fontane, in un ambiente protetto e Covid proof, nel pieno rispetto dei protocolli previsti. Numerosissime anche le attività online: 3.000 utenti attivi sulla piattaforma in cinque giorni da 50 paesi (con un incremento del 20% di paesi rappresentati rispetto al 2019), 3.500 views di contenuti in streaming, 620 gli operatori stranieri, divisi tra on site e online: sono questi i numeri della sesta edizione del MIA - MERCATO INTERNAZIONALE AUDIOVISIVO, arrivata alla sua giornata conclusiva.
    Tutti dati che dimostrano il successo di un MIA ibrido, un evento fisico ma totalmente connesso che ha permesso a tutti i maggiori rappresentanti dell'industria nazionale e internazionale di vivere un'esperienza nuova, alternando i due ambienti on site e online secondo le attività e massimizzando così le opportunità di incontro e di business.
    Una "cinque giorni" ricca di appuntamenti in cui il MIA ha presentato oltre 123 nuovi contenuti (in sviluppo e in produzione) per un valore complessivo di circa 450 milioni di euro, nelle sezioni Film, Drama e Doc, curate rispettivamente da Francesca Palleschi insieme ad Alexia De Vito, Gaia Tridente e Marco Spagnoli.
    La piattaforma MIA DIGITAL, pensata per venire incontro alle esigenze di un settore resiliente e in rapida evoluzione, sarà online ancora fino a febbraio per consentire a tutti gli utenti di vedere e rivedere panel, talks, networking e B2B dell'edizione 2020. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie