Lunar City, missione Luna verso spazio profondo

In sala dal 17 al 19/2 il documentario di Alessandra Bonavina

(di Francesca Pierleoni) (ANSA) - ROMA, 15 FEB - Il 2024 come anno di completamento della stazione orbitante intorno alla luna, per poi passare a costruire una base lunare, da utilizzare come appoggio per l'esplorazione dello spazio profondo, puntando innanzitutto a Marte. Sono fra gli ambiziosi traguardi del programma spaziale al quale sta lavorando la Nasa in collaborazione con vari Paesi nel mondo, Italia (con un ruolo di primo piano) compresa, raccontato da Lunar City, il documentario di di Alessandra Bonavina, realizzato in occasione dei 50 anni dall'arrivo dell'uomo sulla Luna, in sala dal 17 al 19 febbraio con Vision Distribution. Il film non fiction (che è stato evento speciale alla Festa Internazionale del Cinema di Roma), realizzato con il patrocinio e il sostegno di Asi - Agenzia Spaziale Italiana, in collaborazione con la Nasa, con il patrocinio di Ambasciata Americana in Italia Centro Studi Americani, è un percorso guidato dei volti simbolo del programma, come Jim Bridenstine Amministratore, della Nasa; Mark Malqueen,il Project Manager della stazione spaziale e per L'Italia, che sta curando la realizzazione di alcuni componenti chiave della stazione orbitante, fra gli altri, il presidente dell' Asi Giorgio Saccoccia; Franco Fenoglio, capo dei programmi per i viaggi spaziali umani e di trasporto di Thales Alenia Space e Vincenzo Giorgio, Ceo di Altec. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie