Cultura

Madonna Melagrana 'riapre' Museo della cattedrale di Ferrara

Opera di Jacopo della Quercia, scultore che ispirò Michelangelo

(ANSA) - FERRARA, 06 FEB - La Madonna della Melagrana di Jacopo della Quercia, scultore che ispirò Michelangelo, al termine di un percorso ventennale trova una nuova collocazione nell'ex sagrestia della chiesa di San Romano, a Ferrara, e inaugura la riapertura del Museo della Cattedrale lunedì 8 febbraio.
    Alla presentazione della nuova sede della preziosa opera, ritenuto uno dei capolavori della storia dell'arte europea, hanno partecipato il 6 febbraio anche il neopresidente del Teatro Comunale, Michele Placido, e il direttore Moni Ovadia.
    Il nuovo allestimento, ha detto l'arcivescovo monsignor Gian Carlo Perego, è "un tassello importante per valorizzare il patrimonio straordinario della città e della chiesa di Ferrara".
    Perego ha ricordato come la Madonna della Melagrana, ricordata nel cuore dei ferraresi anche come Madonna del Pane (il rotolo biblico che il Bambino stringe nella manina richiama la tipica forma del pane ferrarese), sia una "maternità che ci ricorda il valore della tutela della vita", a pochi giorni dalla ricorrenza della giornata dedicata proprio alla vita. "L'opera di Jacopo della Quercia è una scultura viva - ha spiegato il presidente di Ferrara Arte, Vittorio Sgarbi - Questa Madonna accoglie i visitatori come la Madre, unisce ai valori religiosi una straordinaria dimensione umana".
    L'assessore regionale alla cultura Mauro Felicori ha invece posto l'accento sul valore delle riaperture: "Lunedì riapre questo museo. Si apre uno spiraglio, almeno nelle zone gialle e nei giorni feriali, dopo un anno infausto. Una notizia che accogliamo con gioia, passione, lavoro sapendo che deve essere solo l'inizio. I musei non sono un pericolo". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        In Collaborazione con

        Vai al sito del Maxxi

        Modifica consenso Cookie