Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Il viaggio cosmico nel mondo dei Coldplay

Il viaggio cosmico nel mondo dei Coldplay

Esce domani il nuovo album Music of the Spheres

Bentornati nel mondo colorato, gioioso, pieno di vita, di speranza e di suoni dei Coldplay. Chris Martin e compagni, a meno di due anni da "Everyday Life", pubblicano, Music of the Spheres, il nono album della band, annunciato come una sorta di viaggio cosmico attraverso i pianeti dell'universo rappresentato sulla copertina. Dodici tracce pop, cinque delle quali indicate solo da emoji, con ondate di synth e melodie ariose che attraversano tutto il disco. Il nuovo lavoro di Chris Martin, Jon Buckland, Guy Berryman e Will Champion, prodotto dal superproduttore svedese Max Martin - 25 canzoni al n.1 della classifica Billboard -, è ambientato in un sistema solare immaginario chiamato "The Spheres" che consiste in 9 pianeti, 3 satelliti naturali, una stella e una nebulosa. Ogni traccia rappresenta un corpo celeste. Chris Martin si è ispirato alla scena del bar di Star Wars, pieno di alieni, chiedendosi come potrebbero essere i musicisti nelle altre galassie. L'idea di un album a tema spaziale sembra che sia stata concepita dalla band già 10 anni fa. E quando pubblicarono "Everyday Life" nel 2019, nei libretti per il cd già compariva la scritta "Music of the Spheres" e "Coldplay coming soon".
    Altri accenni allo spazio sono nascosti nei video di "Champion of the World". Dopo una intro vagamente aliena, l'album si apre con "Higher Power" (che ha anticipato l'uscita del disco) che canalizza con precisione la potenza del pop anni '80, tra sintetizzatori, potenti batterie, linee eleganti di basso. Sintetizzatori alla Springsteen anche per "Humankind", assoluzione per gli esseri umani, nella quale a farla da padrone sono anche le chitarre. Il ritmo rallenta momentaneamente nella ballata malinconica "Let somedoby go", dove ad accarezzare l'ascoltare sono le voci di Chris Martin e di Selena Gomez, e poi in Human Heart (rappresentata semplicemente da un cuore), quasi un coro gospel con il duo di cantanti femminili We Are King. Con il soft rock ritmato di "People of the Pride" si torna a ballare, mentre "Biutyful" canta l'amore con voci elaborate al computer, creando un effetto straniante su una ballata molto in stile Coldplay. Il potere cosmico dell'amore torna anche in "My Universe" il brano già fuori con i BTS, felice esempio di collaborazione interlinguistica tra inglese e coreano per la gioia dei fan di entrambe le band. Il compito di chiudere il viaggio cosmico nel sistema planetario dei Coldplay spetta a "Coloratura" con i suoi oltre dieci minuti di durata, un quarto dell'intero album. Un finale epico con orchestrazioni elaborate, un notevole assolo di chitarra di Jon Buckland e testi più sofisticati. Nel disco, oltre ai BTS e a Selena Gomez, troviamo anche tutti i figli dei membri della band (compresi Apple e Moses Martin, figli di Chris e Gwyneth Paltrow), John Hopkins, musicista e compositore britannico, Stephen Fry, attore, doppiatore, sceneggiatore e scrittore, Jacob Collier, polistrumentista e produttore britannico e l'italiano Davide Rossi. Da tempo la band ha impresso una svolta green alla propria carriera, decidendo di non fare più concerti fino a quando non saranno sostenibili a livello ambientale. E fedeli a questa decisione per il nuovo album non hanno in programma un tour: in alternativa è stato messo a punto un evento speciale in versione "realtà aumentata" a Londra per due giorni, domani giorno di uscita del disco e il 16, che si sposterà poi a New York, Tokyo e Berlino. Un'installazione all'interno della quale i fan saranno trasportati su The Spheres. Inoltre, per ogni copia fisica del disco acquistata, sarà piantato un albero grazie alla partnership con One Tree Planted. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie