Ecco 'L'Italia, com'era' nelle foto dell'archivio Alinari

Il racconto del Paese nelle immagini della Fondazione

Volti e mestieri, luoghi e città. Operai e lavandaie, funzionari e scugnizzi, artigiani e urbanisti; porti e acquedotti, giardini e monumenti, gite aziendali e chioschetti di artigiani. E’ l’Italia con le sue facce e le sue opere, una carrellata del secolo scorso nelle immagini indimenticabili degli Archivi Alinari, deposito storico della memoria visiva nazionale, oggi una Fondazione della regione Toscana presieduta da Giorgio Van Straten e diretta da Claudia Baroncini.

“L’Italia, com’era” è un format che andrà online dal 17 aprile 2021 sul sito www.foglieviaggi.cloud curato da Vittorio Ragone e animato da giornalisti e scrittori.

Per dieci grandi città una videofotogallery con immagini del Novecento e un racconto d’autore su eventi-cardine dell’identità e della storia locali.

La selezione delle musiche di accompagnamento e degli interpreti è di Adriana Tessier. “L’Italia, com’era”, è introdotta da una presentazione di Michele Smargiassi, giornalista e esperto di fotografia, da un commento della scrittrice Federica Iacobelli e da un’intervista al presidente Van Straten raccolta da Franco De Felice. Nella prima puntata Roberto Roscani racconterà “Roma sparita”: il cambiamento urbanistico avvenuto all’ inizio del XX secolo e poi durante il fascismo, quando intere aree furono ridisegnate per celebrare i fasti della Capitale. La serie continuerà a cadenza settimanale con Napoli, Genova, Bologna, Bari, Torino, Venezia e Firenze.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie