E' il momento dei Tiny Desk Concerts

Senza concerti consigli per la playlist fatta in casa

 Cè' una risorsa decisiva per ascolti musicali non consueti in giornate lunghe come queste: sono i Tiny Desk Concerts, una geniale invenzione di Bob Boilen, conduttore radiofonico di un programma che si chiama "All Songs Considered" e che viene trasmesso da Washington da NPR, una syndication di radio a capitale pubblico che, coprendo tutti gli Stati Uniti, ha un'audience enorme.
    La particolarità di questi concerti, che hanno per protagonisti star come nuovi talenti, è che si svolgono attorno alla scrivania da cui Boilen conduce il suo programma.
    Sono dunque set molti intimi, spesso acustici, che spingono i protagonisti, circondati da vinili e libri, a esibirsi in una veste diversa dal consueto, sicuramente lontana dalle produzioni abituali.
    Ascoltarli è un piacere, c'è una grande varietà di situazioni e c'è la possibilità di scoprire un'infinità di nomi spesso fuori dai grandi circuiti. Su Youtube c'è tutto: basta digitare Tiny Desk Concerts e abbandonarsi al flusso.
    Qui di seguito qualche suggerimento, tenendo conto che l'aggiornamento delle performance è sospeso causa Covid 19. The Arcs - Gli Arcs sono una band guidata da Dan Auerbach, la mente dei Black Keys. Del gruppo fanno parte alcuni dei musicisti migliori della Daptone, l'etichetta di Brooklyn che è diventata il centro di irradiazione del nuovo Soul. Sono i musicisti che hanno suonato con Amy Winehouse in "Back To Black". Gli Arcs sono una sintesi tra soul, rock, pop e influenze chicane: della formazione fanno parte infatti anche le Flor de Tloache, formazione mariachi al femminile che con l'album di debutto ha vinto un Grammy Latino. Se vi piacciono gli Arcs e avete voglia di sentirne il sound basta ascoltare il concerto completo. Anderson.Paak & The Free Nationals - E' uno dei concerti più visti della serie. Un gioiello che concilia groove, bravura tecnica e volumi bassissimi. Anderson.Paak è una figura anomala nella scena black contemporanea: è un rapper (ha collaborato con Dr Dre, Kendrick Lamarr, Eminem, tra gli altri), produttore, cantante e ottimo batterista che si muove con disarmante disinvoltura tra i generi.
    Coldplay - Chris Martin al piano e Johnny Buckland alla chitarra elettrice accompagnati da un coro gospel di nove persone.
    Classe, divertimento, le doti da entertainer di Chris Martin, canzoni che acquistano un'identità nuove. "Cry Cry", "Viva la Vida", "Broken", "1999" di Prince (formidabile) e "Champion of the World" la scaletta. Il divertimento assoluto di fare musica insieme. C'è solo da augurarsi che succeda di nuovo prestissimo, visto che il video è dello scorso gennaio. The National - I National sono da tempo una delle migliori band in circolazione. Matt Berninger è un cantante carismatico e uno scrittore di testi profondo e originale. La dimensione semi acustica non toglie nulla all'intensità di brani come "Pink Rabbits" o "Sea of Love".
    Fantastic Negrito - Qualche giorno fa ha messo online il video del suo nuovo singolo "Chocolate Samurai" che è fatta montando le clip mandate dai fan per raccontare l'isolamento da Coronavirus. Il suo vero nome è Xavier Amin Dhprepaulezz, è di Oakland e nel 2015 ha vinto un contest, il cui premio consisteva proprio nel suonare al Tiny Desk, votato da una giuria formata da Dan Auerbach, Trey Anastasio dei Phish e Jess Wolf dei Lucius. Fantastic Negrito combina tradizione black e rock con un approccio ad alto tasso energetico e una personale visione della struttura musicale.
    Adele - La possibilità di ascoltare Adele come se fosse a casa tua. Pianoforte e chitarra acustica lasciano spazio ai colori di una voce fuori dal comune e ci fanno vedere cosa significa quando un'artista si sente a suo agio. "Someone Like You", "Chasing Pavements" e "Rolling in the Deep" il menu proposto.
    Tedeschi Trucks Band - Una delle band più sottovalutate della scena. Sono gli eredi diretti della grande tradizione fondata dagli Allman Brothers: Derek Trucks, nipote di Butch Trucks, uno dei due batteristi degli Allman, è un chitarrista formidabile, uno specialista della slide dal suono unico. Susan Tedeschi, sua moglie, una cantante dalle solide radici blues, oltre che ottima chitarrista. Dal vivo sono irresistibili (su Youtube trovate tutto, ascoltate "Night in Harlem" in versione live). Qui suonano in undici, con una sezione di fiati e la capacità unica di fondere i generi in un linguaggio originale e di suonare a un volume intimo.
    Macklemore & Ryan Lewis - Ecco come si può rinnovare l'hip hop tornando all'essenziale: tastiere, batteria, una tromba. E la capacità di proporre in 15 minuti una grande varietà di stati d'animo.
    Ben Folds - Un altro autore sottovalutato. I suoi esordi, con i Ben Folds Five, per originalità, varietà di idee, virtuosismo tecnico, avevano fatto pensare a una carriera stellare. Ben Folds rimane invece un nome di culto: con questa performance dimostra non solo il valore dei suoi brani ma anche la sua bravura di pianista ed entertainer.
    Brittany Howard - Non poteva mancare. Semplicemente una delle personalità più importanti emerse negli ultimi anni. Ovviamente c'è da ascoltare tutto quello che c'è su Youtbe (ed è tantissimo) con gli Alabama Shakes. Ma qui Brittany propone il materiale del suo debutto come solista in un'atmosfera da brividi.
    Steve Martin and the Steep Canyon Rangers - Non si può rinunciare a Steve Martin. Tutti lo conoscono come attore ma è anche un raffinato esperto d'arte (in questa veste scrive sul New Yorker e sul New York Times) e uno scrittore, autore di un bel romanzo "Oggetti di bellezza" pubblicato in Italia da Isbn.
    Ma è anche un bravo musicista Country: non tutti amano la musica dei monti Appalachiani ma in questo periodo 15 minuti di Steve Martin valgono il doppio. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie