Morto a 95 figlio di Tolkien, custode sua opera

Curatore e letterato raffinato, criticò adattamento hollywoodiano

E' morto a 95 anni Christopher Tolkien, figlio dell'autore del Signore degli Anelli e curatore negli ultimi decenni dell'opera del celebre scrittore e accademico britannico. Ad annunciare la notizia sono state la Tolkien Society e la casa editrice HarperCollins UK.
    Terzogenito di Tolkien, Christopher ne ha custodito l'eredità fin dalla sua scomparsa, nel 1973, curando la pubblicazione di buona parte delle varie edizioni originali dei lavori paterni in inglese uscite da allora con scrupolo e devozione. Una devozione che lo portò fra l'altro a criticare le libertà dell'adattamento cinematografico della trilogia, valsa un gigantesco successo planetario al regista premio Oscar Peter Jackson, come un tradimento del testo - e dello straordinario sottofondo culturale e spirituale dell'autore - in favore di "un film d'azione per ragazzi fra i 15 e i 25 anni".
    Charlie Redmayne, chief executive di HarperCollins, ha ricordato "Christopher" in un messaggio di condoglianze come un curatore colto, raffinato e rispettoso, capace di contribuire alla straordinaria popolarità letteraria consolidatasi attorno a JRR Tolkien negli ultimi decenni e a "portare le giovani generazioni verso la Terra di Mezzo". "E' stato un onore conoscere e lavorare con lui, il più affascinante degli uomini e un autentico gentleman", conclude Redmayne, inchinandosi alla sua memoria e rivolgendo i propri pensieri ai familiari.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie