Allarme legionella in corte d'Appello a Roma

Presenza elevata del batterio nell'impianto di dolcificazione dell'acqua

Allarme legionella nella sede della Corte d'Appello di Roma. A confermarlo il presidente Luciano Panzani nel corso di un'assemblea indetta con i dipendenti. "Durante controlli di routine - ha detto Panzani - abbiamo trovato nell'impianto di dolcificazione dell'acqua presenza elevata del batterio della legionella". 

"La situazione al momento è sotto controllo ma il problema se non monitorato può procurare danni molto seri", ha detto Panzani. In base a quanto emerso il presidente della Corte d'Appello è conoscenza della presenza del batterioi nell'impianto, che nelle scorse settimane è stato disattivato, dal 13 novembre scorso."Per tornare alla normalità ci vorranno almeno 40 giorni", ha aggiunto Panzani.

Dipendenti denunciano, Già 5 casi polmonite'
Secondo quanto denunciano alcuni dipendenti nei mesi scorsi sarebbero stati registrati almeno 5 casi di broncopolmonite tra i dipendenti della Corte di Appello di Roma. L'emergenza legionella arriva a pochi giorni dalla decisione di dichiarare non potabile l'acqua negli uffici della Corte d'Appello anche alla luce della presenza di topi che ha reso necessaria una massiccia azione di derattizzazione.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie