Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Trapianto di posidonia oceanica in riserva Stagnone

Trapianto di posidonia oceanica in riserva Stagnone

Operazioni di riforestazione dovrebbero concludersi il 15 marzo

MARSALA, 28 febbraio 2024, 19:13

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

E' stato avviato nelle acque della riserva naturale dello Stagnone di Marsala, ad opera della Biosurvery, un trapianto sperimentale di posidonia oceanica. Le operazioni di "riforestazione" dovrebbero concludersi il 15 marzo. E fino a quella data, tutte le imbarcazioni dovranno mantenersi ad almeno 100 metri di distanza dai luoghi. Lo ha disposto, con un'ordinanza, il comandante dell'Ufficio circondariale marittimo di Marsala.
    Il monitoraggio satellitare propedeutico al trapianto di posidonia oceanica era stato avviato nell'ottobre 2021. Il progetto si propone "un'azione di salvaguardia dell'ecosistema lagunare, per la quale ci si avvarrà di alte professionalità e tecnologia avanzata, al fine di riqualificare e proteggere il carattere naturalistico della Laguna". Presentato nel 2017 dall'amministrazione comunale guidata dall'allora sindaco Alberto Di Girolamo (Pd), il progetto è stato ammesso ad un finanziamento di 400 mila euro dalla Regione nell'ambito del Po-Fesr 2014-2020. L'obiettivo è quello di tutelare gli habitat di interesse comunitario (aree Sic: sito di interesse comunitario) e della posidonia oceanica stanziale, sulla quale si interverrà anche mediante trapianto, favorendo il ripristino dell'ecosistema degradato.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza