Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ruba 25 Pc e soldi da scuola chiusa per maltempo, denunciato

Ruba 25 Pc e soldi da scuola chiusa per maltempo, denunciato

Indagini dei Carabinieri su furti commessi in tre province

MUSSOMELI, 23 febbraio 2024, 16:20

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un palermitano di 30 anni è stato denunciato dai carabinieri di Mussomeli per furto e danneggiamento aggravati. Secondo l'accusa sarebbe l'autore del furto di 25 computer portatili e di un comunicatore dinamico, ausilio didattico per alunni con disabilità, rubati nel febbraio del 2023 nella sede della scuola media Leonardo da Vinci.
    Durante il raid, commesso quando la struttura era chiusa per le avverse condizioni meteo, sono stati anche danneggiati gli armadietti della sala docenti e i distributori automatici di snack e bevande, dai quali erano state rubate le monete. Il danno complessivo è stato stimato in circa 12mila euro.
    I carabinieri, con il supporto di personale del nucleo investigativo del reparto operativo del comando provinciale di Caltanissetta, grazie a tracce dermiche e biologiche lasciate dai ladri nella scuola, e all'analisi del Ris, sono riusciti a risalire all'identità di uno di loro. Lo stesso modus operandi è stato riscontrato dagli investigatori in analoghi furti commessi nello stesso periodo e in altre scuole nelle province di Palermo, Caltanissetta e Agrigento.
    All'indagato, attualmente sottoposto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico in una comunità terapeutica, è stato notificato l'avviso di conclusione delle indagini preliminari emesso dalla Procura di Caltanissetta.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza