Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

La gioia di Pippo Delbono in scena al teatro Biondo

La gioia di Pippo Delbono in scena al teatro Biondo

Debutta giovedì 15 febbraio, alle ore 21

PALERMO, 12 febbraio 2024, 10:49

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Dopo una lunga tournée mondiale, che dall'Europa ha raggiunto la Cina, il Giappone, l'India e il Cile, arriva giovedì 15 febbraio, alle ore 21, al Teatro Biondo di Palermo lo spettacolo La gioia di Pippo Delbono. Repliche fino al 18 febbraio.
    Delbono ha cominciato la sua formazione nel teatro di tradizione, per poi dedicarsi, in Danimarca, allo studio dei principi del teatro orientale, attraverso un rigoroso lavoro sul corpo e sulla voce, approdando infine al Tanztheater di Pina Bausch, dove ha interpretato alcuni celebri spettacoli della coreografa. Nei primi anni '80 ha fondato la propria compagnia con la quale ha realizzato quasi tutti i suoi spettacoli, tra cui Il tempo degli assassini, Barboni, La rabbia, dedicato a Pasolini, Guerra, Esodo, Gente di plastica, Urlo, Il silenzio, Questo buio feroce, Dopo la battaglia, Orchidee, Vangelo. Quello di Delbono è un teatro "dell'esperienza", nel quale gli stati d'animo, le personalità, le fisicità degli interpreti sono centrali e nel quale si elaborano gioie, dolori, entusiasmi, in una parola, la "verità" della vita.
    Insieme a Delbono sono in scena ne La gioia: Dolly Albertin, Gianluca Ballarè, Margherita Clemente, Ilaria Distante, Mario Intruglio, Nelson Lariccia, Gianni Parenti, Pepe Robledo, Grazia Spinella, mentre sarà presente solo in voce e nello spirito Bobò, l'attore iconico di Delbono, sordomuto e analfabeta, che il regista aveva incontrato nel manicomio di Aversa, dove era rinchiuso da 47 anni.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza