Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sit in a Palermo per i diritti di Ilaria Salis e Filippo Mosca

Sit in a Palermo per i diritti di Ilaria Salis e Filippo Mosca

Striscione "Ilaria libera" ai Quattro canti

PALERMO, 10 febbraio 2024, 18:25

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Unione europea e governo italiano, guidati da forze reazionarie, non hanno fatto abbastanza per tutelare Ilaria Salis detenuta in condizioni vergognose nelle carceri di Budapest". Lo dice Antonio Rampolla dell'assemblea "No guerra" che, insieme all'associazione Antigone, ha organizzato oggi pomeriggio un presidio ai Quattro Canti di Palermo per Ilaria Salis e Filippo Mosca, detenuti nelle carceri, rispettivamente, di Ungheria e Romania. "Mi auguro che gli italiani sappiano dimostrare coscienza democratica e partecipino alle mobilitazioni per i diritti" aggiunge Rampolla. "Insieme all'avvocato Giorgio Bisagna di Antigone stiamo valutando le strade perché si possa far valere i principi costituzionali anche con un ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo" afferma Virginia Dessy, una delle rappresentanti dell'assemblea "No guerra". Ilaria Salis, 39 anni, maestra d'elementare a Monza, avrebbe partecipato a Budapest, insieme ad altri, ad un'aggressione ai danni di due neonazisti. Mosca, 29 anni, originario di Caltanissetta, sta scontando una condanna a 8 anni e 3 mesi di reclusione per traffico internazionale di droga. L'arresto risale allo scorso maggio. "C'è stato un ritardo colpevole da parte del governo italiano - spiega Dessy - la Farnesina era stata subito informata dell'arresto di Ilaria Salis, avvenuto un anno fa, l'11 febbraio, eppure la nostra connazionale è stata lasciata in condizioni disumane per mesi"
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza