Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

'Venite presto, papà picchia la mamma', Cc lo arrestano

'Venite presto, papà picchia la mamma', Cc lo arrestano

Aggressione nel Catanese, ragazza minorenne telefona al 112

CATANIA, 08 marzo 2023, 10:25

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un 39enne è stato arrestato nel Catanese dai carabinieri in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali nei confronti della moglie coetanea. A chiamare i militari è stata la figlia: "Venite - ha detto al telefono - papà sta picchiando mamma". Al loro arrivo i carabinieri hanno sorpreso l'uomo mentre malmenava a mani nude la donna donna sdraiata a terra che si difendeva e l'hanno bloccato. In casa c'erano anche due ragazzini in lacrime e spaventati, compresala minorenne che li aveva chiamati. Il 39enne è risultato positivo al test sul tasso alcolemico nel sangue.
    La donna ha raccontato ai carabinieri di aver già denunciato il marito per i maltrattamenti in famiglia che avrebbe subito negli ultimi due anni. La notte dell'ultima aggressione l'uomo avrebbe inveito contro la moglie e l'avrebbe picchiata costringendola a fuggire a piedi da casa. Il 39enne, tuttavia, sarebbe riuscito a raggiungerla e a riportarla con la forza in casa per poi continuare a picchiarla in presenza dei figli minorenni fino all'arrivo dei Carabinieri. L'uomo è stato posto a disposizione dell'autorità giudiziaria, che ha convalidato l'arresto e disposto che venisse rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza