Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Corte conti: Sicilia perde 36 milioni per i sistemi antincendio

Corte conti: Sicilia perde 36 milioni per i sistemi antincendio

Appalto irregolare provoca la revoca dei finanziamenti Ue

PALERMO, 02 marzo 2023, 15:26

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un appalto irregolare ha provocato la revoca di un finanziamento dell'Ue per un avanzato sistema di sorveglianza antincendio in Sicilia. Sul caso ha promosso un'indagine della Procura regionale della Corte dei conti per la Sicilia di cui ha parlato, all'inaugurazione dell'anno giudiziario, il procuratore regionale Pino Zingale.
    L'opera progettata era considerata uno strumento essenziale per un'azione di prevenzione in una regione che, a causa degli incendi quasi tutti dolosi, subisce ogni anno una devastazione del territorio e del patrimonio boschivo. Il sistema di nuova generazione aveva ottenuto un finanziamento di 36 milioni e 446 mila euro con un progetto collegato a una misura del Programma di sviluppo rurale.
    Il finanziamento è saltato quando si è scoperto che l'appalto era stato affidato, tramite gara, a una azienda priva dei requisiti necessari.
    Ora la Procura regionale della Corte dei conti ha promosso un'indagine per danni nei confronti dei funzionari che non si sono accorti della irregolarità.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza