Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Indagine su Interporti: 4 arresti, anche ex deputato Ars

Indagine su Interporti: 4 arresti, anche ex deputato Ars

A Catania, posti ai domiciliari anche per peculato e corruzione

CATANIA, 16 gennaio 2023, 12:14

Redazione ANSA

ANSACheck

++ Indagine Cc su Interporti: 4 arresti,anche ex deputato Ars ++ - RIPRODUZIONE RISERVATA

++ Indagine Cc su Interporti: 4 arresti,anche ex deputato Ars ++ - RIPRODUZIONE RISERVATA
++ Indagine Cc su Interporti: 4 arresti,anche ex deputato Ars ++ - RIPRODUZIONE RISERVATA

Quattro persone, compreso un ex deputato regionale siciliano, sono state arrestate e poste ai domiciliari dai carabinieri del comando provinciale di Catania nell'ambito di un'inchiesta sulla Società degli Interporti siciliani Spa, azienda a totale partecipazione pubblica. I reati ipotizzati dal Gip nel provvedimento cautelare, a vario titolo, sono induzione indebita a dare o promettere utilità, peculato, corruzione per un atto contrario ai propri doveri d'ufficio e contraffazione e uso di pubblici sigilli.
    Nel corso delle indagini di militari dell'Arma, condotte dal settembre 2019 al marzo 2021, sarebbero emerse le interferenze illecite che un ex deputato regionale avrebbe esercitato sull'allora amministratore unico della Società degli interporti siciliani spa per favorire una dipendente dell'azienda. Tra le indebite ingerenze contestate, attraverso l'intercessione di alcuni politici regionali, ci sarebbe anche la revoca del licenziamento della donna che aveva falsamente attestato il possesso di una laurea.
    Coinvolto inoltre un imprenditore nel campo degli autotrasporti logistici, che mediante un accordo corruttivo con lo stesso amministratore unico, in cambio di un posto di lavoro di una parente del dirigente e di altre utilità, avrebbe goduto di agevolazioni per la propria società. 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza