Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Belìce: a Gibellina due opere d'arte per anniversario sisma

Belìce: a Gibellina due opere d'arte per anniversario sisma

Realizzate da Costas Varotsos e Giamfranco Anastasio

PALERMO, 15 gennaio 2023, 17:24

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Nel giorno della ricorrenza del devastante terremoto del Belìce del 1968, la Fondazione Orestiadi ne celebra la memoria nel segno dell'arte e della cultura. Protagonisti questa mattina a Gibellina sono stati Costas Varotsos, e Gianfranco Anastasio. Il primo, artista e intellettuale greco di fama internazionale che proprio a Gibellina realizzò il suo primo lavoro di arte pubblica nel 1992, ha presentato "Spirale", la celebre grande opera in ferro e vetro (1000 x 180 cm) che arriva al Baglio Di Stefano dopo essere stata esposta da aprile a novembre 2022 presso il Parco Archeologico di Segesta, grazie alla collaborazione con la Fondazione Merz, e che resterà esposta fino al 30 settembre 2023. Negli spazi del Museo delle Trame Mediterranee, troverà dimora invece l'installazione dell'artista Gianfranco Anastasio dal titolo "Il Doppio e il Rovescio" opera site specific che allude alla fragilità e all'instabilità del territorio del Belìce, realizzata nell'ambito del programma di residenze d'artista della Fondazione Orestiadi.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza