Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Comuni: Palermo; sindaco, Draghi eviti dissesto

Comuni: Palermo; sindaco, Draghi eviti dissesto

Leoluca Orlando, danni enormi si agisca come per Torino e Roma

PALERMO, 12 aprile 2022, 17:13

Redazione ANSA

ANSACheck

Leoluca Orlando - RIPRODUZIONE RISERVATA

Leoluca Orlando - RIPRODUZIONE RISERVATA
Leoluca Orlando - RIPRODUZIONE RISERVATA

"Noi continuiamo a essere contro il partito del dissesto, che arrecherebbe danni enormi alla città. Ho chiesto e torno a chiedere al presidente Draghi un intervento del governo anche per riequilibrare la condizione di Palermo rispetto a quella di Torino, Roma e Napoli che hanno ottenuto oltre un miliardo a fronte dei nostri 178 milioni".
    Così il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ai cronisti commentando la bocciatura in Consiglio comunale della delibera per il raddoppio dell'Irpef che avrebbe liberato fondi nazionali per il Comune.
    Per Orlando chi ha votato contro la delibera "sa di non avere speranze di potere governare la città e quindi non è preoccupato di garantire la buona amministrazione". "Io invece sono convinto che il mio dovere fino alla fine sia di garantire l'amministrazione della città - aggiunge il sindaco - Il dissesto significa disprezzare i diritti e le esigenze dei palermitani. Noi torneremo a fare tutto quello che serve per evitare il dissesto".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza