Immigrazione: truffa a Stato nell'Agrigentino, sei indagati

Centri accoglienza falsificavano numero ospiti per rimborsi

(ANSA) - AGRIGENTO, 18 FEB - La Guardia di Finanza di Agrigento ha eseguito un'ordinanza applicativa di misure coercitive - obbligo di firma e divieto di contrarre con la Pubblica Amministrazione - e un decreto di sequestro preventivo di beni nei confronti di sei persone coinvolte nella gestione di un Ente che si occupa di accoglienza di migranti richiedenti asilo. Gli inquirenti ipotizzano in particolare che le società che gestivano alcuni centri di accoglienza simulassero di ospitare migranti per ottenere rimborsi da parte dello Stato omettendo di annotare nei registri i trasferimenti dalle strutture.
    Gli indagati sono accusati di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati di truffa ai danni dello Stato. Sono ancora in corso le operazioni di sequestro che vedono impegnate decine di finanzieri della Compagnia di Agrigento. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie