Turismo: San Vito Lo Capo, alberghi pieni a metà

Marino (Federalberghi), giugno negativo, per agosto fiduciosi

(ANSA) - PALERMO, 04 LUG - San Vito Lo Capo, tra le più rinomate località turistiche della provincia di Trapani, una delle più apprezzate spiagge sia dagli italiani che dai turisti stranieri, capitale internazionale del 'Cous Cous fest', al momento sorride a metà, tra incertezza e speranza. Ormai, il suo mare e la sua meravigliosa baia, oltre alla vicina Riserva dello Zingaro, riescono ad attrarre una massa di turisti in grado di invadere il paese che di solito ha meno di 5.000 abitanti. Ma lasciarsi alle spalle il 'lockdown', dopo la piena emergenza sanitaria da coronavirus, non è semplice e vanno fatti i conti con quella che in tanti definiscono già come l'estate più incredibile del secolo. "A San Vito Lo Capo siamo al 50% - dice Antonio Marino, imprenditore e presidente di Federalberghi Trapani - giugno è stato molto negativo, luglio in parziale ripresa, alcune strutture stanno aprendo proprio in questi giorni, vogliamo essere ottimisti, ci auguriamo di essere scelti come negli anni passati dai turisti delle regioni dell'Italia settentrionale che amano San Vito. Per agosto siamo molto fiduciosi, i numeri ci fanno ben sperare". Nel frattempo, il Comune, ha attivato un sistema di 'spiaggia sicura' con le spiagge libere che quest'anno grazie ai 14 'steward da spiaggia' garantiranno il rispetto dei protocolli sanitari previsti dall'emergenza Covid-19. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie