Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Strangola e uccide la madre in sud Sardegna, attesa per autopsia

Strangola e uccide la madre in sud Sardegna, attesa per autopsia

L'uomo in carcere a Cagliari, 'mi ha aggredito e mi sono difeso'

CAGLIARI, 26 febbraio 2024, 12:52

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Sarà eseguita nelle prossime ore all'ospedale Brotzu di Cagliari l'autopsia sul corpo di Maria Atzeni, la donna di 77 anni strangolata dal figlio Simone Uras, di 44, sabato sera nell'abitazione di famiglia in via Tiziano a San Gavino, nel sud Sardegna. L'uomo è stato arrestato per omicidio volontario e già trasferito nel carcere di Uta.
    La pm del tribunale di Cagliari, Nicoletta Mari, ha affidato l'incarico al dottor Roberto Demontis, che sta per iniziare gli accertamenti necroscopici. Il medico legale dovrà stabilire con precisione come la donna sia stata uccisa. Da un primo esame esterno sarebbe stata strangolata, probabilmente a mani nude.
    Non sono stati trovati sul corpo segni evidenti di una aggressione.
    Di sicuro, sabato sera madre e figlio hanno avuto una discussione, una delle tante che i vicini sentivano ciclicamente. Simone Uras, infatti, aveva problemi psichici e di tossicodipendenza ed era seguito dal centro di Salute mentale di Sanluri. I carabinieri erano intervenuti più volte in passato per le liti tra i due, l'ultima il 17 febbraio scorso quando il 44enne aveva chiuso fuori casa la madre.
    "Mamma mi ha aggredito e mi sono difeso", ha detto il presunto omicida alla cugina prima di allontanarsi dall'abitazione dopo il delitto. La donna ha subito avvertito il fratello di Simone che si è recato nella casa e ha trovato la madre a terra, facendo scattare i soccorsi. Purtroppo per Maria Atzeni non c'era più niente da fare: l'anziana era già morta.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza