Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

>ANSA-BOX/ La corsa solitaria di Soru bocciata dalle urne

>ANSA-BOX/ La corsa solitaria di Soru bocciata dalle urne

Ex governatore non supera soglia 10%, resta fuori dal Consiglio

CAGLIARI, 27 febbraio 2024, 12:59

di Manuel Scordo

ANSACheck

'Renato Soru in campagna elettorale ' - RIPRODUZIONE RISERVATA

'Renato Soru in campagna elettorale  ' -     RIPRODUZIONE RISERVATA
'Renato Soru in campagna elettorale ' - RIPRODUZIONE RISERVATA

La scelta di Renato Soru di staccarsi dal Pd e correre da solo alle elezioni regionali non era andata giù per prima alla figlia Camilla, candidata al Consiglio regionale della Sardegna proprio con il Pd, che da subito lo aveva fortemente criticato, sollecitando un suo passo indietro. Ma lui, fondatore di Tiscali, già presidente della Regione Sardegna dal 2004 al 2009, ex segretario del Pd sardo ed ex europarlamentare, ha scelto di tirare dritto e correre da solo, accompagnato da una coalizione con al centro i valori indipendentisti ma anche realtà differenti come Rifondazione comunista e Azione con +Europa.

Ma i sardi, quelli su cui contava per ottenere almeno il risultato minimo alle urne ed entrare in Consiglio regionale, lo hanno tradito. La Coalizione sarda si è attestata poco al di sotto della soglia del 10% prevista dalla leggere elettorale sarda. "È chiaro che non supereremo la soglia del 10%", ha commentato Soru al suo arrivo in serata nella sede del comitato elettorale a Cagliari, accolto comunque dagli applausi dei suoi. "Sono molto orgoglioso di quello che abbiamo fatto in questi mesi, è stata una bellissima campagna elettorale".

Soru comunque non nasconde la sua amarezza: "Una delusione profonda - ha commentato - perché tutti i dati che avevamo sia dai sondaggi che dalla percezione, evidentemente sbagliata, ci lasciavano intravedere un esito diverso. Però questo è quanto, questa è la voce vera della Sardegna e quindi ne prendo atto". Il candidato sconfitto ha assicurato che "il progetto continuerà". "Spero di aver lasciato dei segni per il futuro", riferendosi probabilmente alle prossime comunali a Cagliari. Idea condivisa anche dai compagni di coalizione, come l'indipendentista Gavino Sale: "Questo è solo l'inizio. Queste elezioni sono servite per ricompattare tutta l'area indipendentista che era frazionata e queste votazioni sono state per noi un grande momento tattico". 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza